California, 100 robot monitorano l’inquinamento dei fiumi

Condividi questo articolo:

L’inquinamento dei fiumi, in California, e’ monitorato da 100 robot. I robot misurano anche i flussi e la salinita’ dell’acqua

In California l’inquinamento dei fiumi è monitorato da 100 robot, dotati di Gps e piattaforma Android. I robot sono stati rilasciati nel fiume californiano di Sacramento, vicino a Walnut Grove, per misurare flussi e inquinamento delle acque e i livelli di salinità. L’iniziativa fa parte del progetto ‘Floating Sensor Network’ promosso dall’Università della California. Prima del lancio dei robot, il monitoraggio delle acque avveniva tramite sensori fissi capaci di fornire solo dati parziali.

I robot che monitorano l’inquinamento dei fiumisono dotati di un sensore per misurare la salinità dell’acqua, uno dei problemi principali del bacino del fiume Sacramento. Alcuni robot sono dotati anche di eliche per aggirare gli eventuali ostacoli e raggiungere destinazioni specifiche e sono muniti di piattaforme Android in grado di comunicare via Twitter.

I due terzi dell’acqua dolce della California proviene dal sistema fluviale Sacramento-San Joaquin, che rifornisce la popolazione di acqua potabile e per irrigazione. I sensori fissi utilizzati fino a oggi consentivano di verificare solo i dati relativi a un singolo punto, ma non erano in grado di misurare eventuali picchi di concentrazioni inquinanti in aree diverse, per esempio al centro del canale o lungo le rive. Il basso costo dei nuovi robot galleggianti permette l’invio di diverse decine alla volta e presto potrebbero essere in grado di misurare anche la presenza di altre sostanze chimiche. 

 

(GC)

Questo articolo è stato letto 15 volte.

acqua, california, fiumi California, inquinamento acqua, inquinamento fiumi, monitoraggio fiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net