ULTIMA ORA:

Oceani bollenti. Corallo a rischio estinzione

Condividi questo articolo:

 

Le temperature troppo alte della superficie terrestre provocano la morte dei coralli, che da rossi, arancioni o verdi diventano bianchi e fragili

Anche gli oceani sono troppo caldi e il corallo da rosso fuoco, arancione o verde brillante diventa bianco. A causa dei cambiamenti climatici, infatti, Il corallo sta perdendo il suo colore, elemento che lo rende ambita materia prima di artigiani e gioiellieri e gioia dei sub.

Il corallo, a causa delle acque degli oceani troppo caldi si sta letteralmente sbiancando. E la mutazione non è solo estetica: questa è una conseguenza della morte dei polipi che lo compongono. L’allarme sullo stato di salute delle barriere coralline è ormai quotidiano.

In particolare i coralli soffrono quando la temperatura della superficie dell’acqua si alza al di sopra della soglia dei 28 gradi centigradi: a queste temperature il corallo soffre e si verifica la moria delle barriere coralline, nota come sbiancamento. Il colore del corallo è dato da un’alga della famiglia delle Zooxanthellae; a fronte di un’alterazione dell’ecosistema, i polipi del corallo espellono l’alga e così la struttura calcarea assume una colorazione più pallida o diventa bianca. Il corallo muore e diventa rapidamente oggetto dell’azione distruttiva dei pesci e del mare, sgretolandosi in poche settimane.

(gc – fonte AdnKronos)

Questo articolo è stato letto 106 volte.

barriere coralline, cambiamenti climatici, corallo, innalzamento delle temperature, morte corallo

Comments (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net