ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Startup, EY: oltre 2 mld di investimenti in venture capital nel 2022-Startup, EY: oltre 2 mld di investimenti in venture capital nel 2022-**Covid: non ci fu truffa, Fedez perde battaglia col Codacons**-Qatargate: Giorgi, 'archiviato su Google drive documenti su società idea di Panzeri'-Pd: da lunedì filo diretto a Radio Immagina con candidati a segreteria-Scrittori: Mario Vargas Llosa entra all'Académie Française-**Pd: area Schlein, 'patto generazionale? Non c'è, candidatura Elly è già rinnovamento'**-Pd: Furfaro, 'Bonaccini rinnega Jobs Act? meglio tardi che mai'-Sanremo: Moretti, 'giusto palco per dare voce a Zelensky'-Asstra, per nuova mobilità interventi a favore competitività e certezza risorse-**Caso Orlandi: Calenda deposita Ddl per Bicamerale, 'fare luce su ostacoli a verità'**-Casellati incontra partiti su riforme, si attende proposta Governo-Sanremo: Di Maio, 'Zelensky? Ogni luogo giusto per raccontare ciò che Russia sta facendo'-Pd: Fioroni, 'passi indietro in Manifesto, è ora di tempi nuovi per i popolari?'-Innovazione, Teoresi acquisisce HiFuture e punta su medtech, smart city e industria 4.0-Ucraina: Calenda, 'Conte vuole pace nel mondo, è come Miss Universo...'-Bioetica: su tavolo Comitato nazionale anche 'utero in affitto'-Calcio: Emre Can, 'avevo un tumore alla tiroide, l'ho scoperto grazie alla Juve-Anarchici: Calenda, 'Cospito va trasferito, Stato non fa morire persone in carcere'-Sanremo: Orfini, 'giusto Zelensky a festival proprio perchè non è contesto informativo'

L’Europa e’ alla ricerca di nuove leggi contro lo smog

Condividi questo articolo:

L’Ue si impegna nel 2013 a rivedere le leggi sui limiti di particolato e polveri sottili presenti nell’aria, cercando la soluzione giusta contro lo smog

Dopo i preoccupanti risultati del rapporto 2012 dell’Agenzia Europa  per l’Ambiente sull’inquinamento dell’aria nelle città dell’Ue, la Commissione europea si impegna, nel 2013, a rivedere le politiche anti-inquinamento. A dare la notizia è stato il commissario Ue all’ambiente, Janez Potocnik. ‘Il 2013 sarà l’anno dedicato alla qualità dell’aria’ annuncia Potocnik, citando come priorità numero uno quella di proteggere la salute dei cittadini europei, alle prese con gli effetti nocivi dell’inquinamento. ‘L’81% dei cittadini Ue – ha spiegato il commissario europeo – è esposto a livelli di inquinamento più elevati rispetto ai limiti raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms)’.

L’inquinamento dell’aria e il superamento dei livelli di Pm10 e Pm2.5 affliggono in particolare l’Italia, dove la concentrazione maggiore di smog si evidenzia nelle regioni Settentrionali, colpendo in particolare città come Milano e Bergamo.

Le conseguenze dell’elevato tasso di inquinamento nell’aria sono serie: ogni anni migliaia di persone muoiono a causa dello smog. Per questo l’Europa ha deciso di intervenire, provando a rivedere i limiti di legge del livello di particolato nell’aria e provando a trovare soluzioni efficaci al problema: ‘é arrivato il momento di aggiornare e rafforzare le regole sui limiti degli inquinanti’ ha sostenuto Janez Potocnik.

(gc) 

Questo articolo è stato letto 14 volte.

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net