ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Eurispes, 52,4% italiani contrario a legalizzazione prostituzione, 3,6 mln utenti OnlyFans-Eurispes, cresce uso social network per accedere alle notizie-Lavoro, Eurispes: pochi nomadi digitali tra gli italiani, solo il 9,1%-Rapporto Italia 2024: "L'Italia è al bivio, serve coraggio"-Sean 'Diddy' Combs, un'altra donna accusa il rapper di violenza sessuale-Ansiolitici e antidepressivi, nell'ultimo anno li ha usati un italiano su 5-Lirica, Eurispes: "Le fondazioni sinfoniche tra luci e ombre"-Roma, morta la donna colpita da proiettile vagante mentre era in auto al Prenestino-Eurispes: "Digitalizzazione fisco fondamentale, giudice tributario professionale obiettivo cruciale"-Servizio civile, Eurispes: "50.040 giovani lo hanno svolto in Italia nell'ultimo anno"-Gli italiani e la carne, sempre di più quelli che non la mangiano: i vegani sono quadruplicati-Repubblica di Venezia tra ‘500 e ‘600, focus su carte di famiglie e archivio del Castello di Thiene-Criminalità, Eurispes: "In aumento gang giovanili in Italia specie al sud"-Eurispes, 40% commercio estero dell'Italia via mare, vale 377 mld dollari nel 2022-Ia, Eurispes: un italiano su 3 ne ha 'una vaga idea', più informati i giovani-ReBuild 2024, Crema (Fondazione Bruno Kessler e Her): "Idrogeno opportunità per l’Italia"-Eurispes, 57% italiani arriva a fine mese con difficoltà: pesano bollette e affitto-In Italia attivi due milioni di influencer, è il secondo mercato europeo: i dati Eurispes-Ilaria Salis in tribunale, per la prima volta senza catene e manette-Milan e Pioli si separano a fine stagione, arriva la nota ufficiale

Giappone, la seconda ondata dello tsunami colpisce le coste americane

Condividi questo articolo:

Detriti e resti dello tsunami che nel 2011 ha colpito il Giappone sbarcano sulle coste americane ricordando a tutti il tragico evento. Un pallone da football e’ stato restituito al proprietario 

Arriva la seconda ondata dello tsunami giapponese. E colpisce, questa volta, le coste americane, dove porta a terra gli oggetti risucchiati dal mare durante il maremoto giapponese del 2011. Terremoto, tsunami e scoppio della centrale nucleare di Fukushima: a ricordare la drammaticità e la consequenzialità degli eventi sono i rottami, gli stracci e i resti giapponesi, che trascinati dalle correnti marine sbarcano sulle coste dell’America. Sulle spiagge americane sono sbarcati già suppellettili, bottiglie vuote, album di foto, ritratti, legname edilizio e oggetti di plastica.

A ricordare il terremoto e lo tsunami sono migliaia di detriti, palloni sgonfi, bidoni, contenitori, mobili rotti, scatole e stracci, seguiti nella loro rotta marina da satelliti, oceanografi e navi della Guarda Costiera.  Secondo le previsioni  i piccoli e grandi oggetti risucchiati dallo tsunami continueranno a viaggiare per altri tre anni. Una parte dei detriti rimarrà intrappolata sull’isola discarica del Pacifico, l’area di Oceano dove milioni di tonnellate di rifiuti ruotano, dagli anni ’50, in un vortice esteso per centinaia di chilometri.

A esorcizzare il ricordo dello tsunami, però, arrivano anche gesti di tenero affetto. Il ‘Guardian’ inglese ha raccontato che un pallone da football che aveva raggiunto le isole Aleutine in Alaska è stato riconsegnato al proprietario, un bambino di nove anni della città di Rikunzentakata.

(GC) 

Questo articolo è stato letto 38 volte.

detriti tsunami america, detriti tsunami Giappone, resti tsunami Giappone, seconda ondata tsunami Giappone, tsunami Giappone

Comments (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net