Slow Tourism: godetevi i viaggi! Infografica su piste ciclabili e parchi d’Italia

Condividi questo articolo:

Sempre piu’ persone preferiscono viaggiare in Italia, scoprire le bellezze dello Stivale e lasciarsi catturare dalla biodiversita’ che popola i parchi nazionali e regionali

 

Turismo lento, sostenibile e amico dell’ambiente: è quello che va sempre più di moda tra gli italiani, amanti del territorio, dei parchi, del mare e delle riserve. Ma anche del buon cibo, delle specialità enogastronomiche e delle eccellenze della nostra terra.

Negli ultimi anni si è verificato un aumento sostanziale delle persone che preferiscono un week end in bici alla scoperta della propria regione al viaggio all’estero. Complice la crisi, ma anche la riscoperta delle bellezze nostrane, sempre più italiani trascorrono quindi le vacanze nella propria regione (o in quella vicina).

Finalmente, possiamo dire. Sì, perché l’Italia è un vero fortino, un vero ‘Stivale’ da indossare e da scoprire (in tutta la sua comodità):dai paesaggi mozzafiato che si nascondono dietro le colline alla biodiversità che  popola i numerosissimi parchi nazionali e regionali, dalla storia di un popolo e di una città ai monumenti che la raccontano e la rappresentano.

 

Ma cosa offre l’Italia a favore dello Slow Tourism? Storia, cultura, Km di piste ciclabili e numerosi parchi nazionali. Noi di Ecoseven.net ci siamo soffermati proprio su questi ultimi due aspetti e abbiamo realizzato per voi un’infografica che mostra quanti chilometri di piste ciclabili e quanti Parchi Nazionili  e Parchi Regionali ci sono in ogni regione del Bel Paese.  Lo scopriamo insieme?

 

Questo articolo è stato letto 7 volte.

parco, parco nazionale, slow tourism, turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net