Los Angeles potrebbe vietare la vendita di animali, per favorire le adozioni

Condividi questo articolo:

Los Angeles potrebbe vietare la vendita di cani, gatti e conigli per tre anni nei negozi di animali, provando a favorire le adozioni

A Los Angeles una nuova ordinanza delle autorità locali potrà imporre il divieto di vendita degli animali, con la speranza che gli interessati ad avere un cane o un gatto o un altro animale domestico possa rivolgersi ai centri di adozione. Nei rifugi sovraffollati della città americana, infatti, gli animali domestici se non adottati, prima o poi saranno destinati alla condanna a morte.

La proposta di vietare la vendita di animali a Los Angeles, per ora è solo un’idea. Il Consiglio comunale della città californiana, questo mese, prenderà in considerazione il divieto di vendita per tre anni di cani, gatti e conigli in negozi di animali. Gli interessati a questi animali domestici potranno quindi rivolgersi ai sovraffollati rifugi per animali abbandonati, contribuendo a ridurre il numero di cani e gatti sottoposti all’eutanasia, conseguenza, appunto, del sovraffollamento.

Sul provvedimento di vietare la vendita di cani, gatti e conigli nei negozi di animali a Los Angeles ha provocato non poche polemiche. Mentre alcuni sostengono che il divieto è la soluzione giusta e ovvia, altri vedono nel provvedimento una minaccia all’economia dell’industria degli animali domestici e un modo di incentivazione del mercato nero degli animali. 

(gc)

Questo articolo è stato letto 29 volte.

divieto vendita animali Los Angeles, vendita animali, vendita animali domestici, vendita animali Los Angeles, vendita cani, vendita gatti

Comments (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net