Olev, il bus elettrico che si ricarica con il manto stradale

E’ nato Olev un veicolo completamente elettrico che non si deve fermare per la ricarica, ma trova l’energia utile nel manto stradale

 

 

I mezzi elettrici del futuro non dovranno fermarsi per la ricarica. Grazie al nuovo progetto del coreano KAIST, Korea Advanced Institute of Science and Technology, è nato l’Olev, l'Online Electric Vehicle: un veicolo completamente elettrico che non si deve fermare per la ricarica.  Attraverso lo sviluppo della nuova tecnologia SMFIR, Shaped Magnetic Field in Resonance la KAIST ha permesso ai veicoli di alimentarsi attraverso il manto stradale dando vita ad un mezzo di trasporto comodo come un autobus ed elettrico come un tram: l’Olev, appunto.

La nuova tecnologia che permette ai veicoli elettrici di ricaricarsi tramite il manto stradale fa risparmiare spazio, denaro ed eventuali costi di smaltimento. Su Olev è installata una batteria grande un terzo rispetto a quelle presenti sulle auto elettriche,  che si ricarica attraverso cavi interrati sotto la strada che creano dei campi elettromagnetici che vengono captati dai ricevitori installati sotto la scocca degli autobus e convertiti in elettricità. 

I tempi di ricarica di Olev sono molto brevi e non occorre effettuare molta strada inoltre i campi elettromagnetici non sono dannosi alla salute umana in quanto sono in linea con gli standard internazionali. Il primo Olev è in circolazione nella città di Gumi dallo scorso 6 Agosto e collega la stazione ferroviaria alla città di In-dong coprendo un percorso di 24Km, l’obiettivo è avere nel 2015 altri dieci mezzi in circolazione.

(gc)

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER