Filtrare l'aria con il muschio

Una startup tedesca lancia un'auto elettrica che ha il muschio nel cruscotto per purificare l'aria

Anche se non sono ancora in giro, queste auto potrebbero iniziare a circolare dall'estate dell'anno prossimo, mettendoci di fronte alla possibilità di avere un sistema molto interessante di filtrazione dell'aria. La startup tedesca Sono Motors, infatti, ha pensato di dare alla sua nuova auto elettrica a energia solare - Sion - una grande particolarità: dei fili di muschio integrati nel cruscotto del veicolo per aiutare il filtro dell'auto a purificare l'aria. Si tratta, ovviamente, di muschio che non è più vivo – cosa che non gli impedisce di mantenere l'aria all'interno della cabina il più fresca possibile.

Sul suo sito web, la startup spiega che: «L’elemento di design principale nel cruscotto è "breSono", un filtro naturale in grado di migliorare l’aria dell’interno; infatti, regola l'umidità e filtra fino al 20% della quantità di polveri sottili». Lo fa utilizzando la gravitazione elettrostatica e offre, allo stesso tempo, effetti positivi per la temperatura e l'umidità all'interno di Sion.
Oltre al muschio, chi deciderà di acquistare quest'auto potrà godere di un display touch da dieci pollici nella console centrale e un'autonomia fino a 250 km con una singola carica (da un motore elettrico da 120 kW).

L'intera parte superiore del telaio del veicolo è coperta da pannelli solari, quasi invisibili, che servono per aiutare a caricare la batteria – la startup sostiene che i pannelli, da soli, potrebbero aggiungere fino a 30 km di autonomia in un solo giorno.

Delle soluzioni davvero molto insolite, che possono integrare e ben disporre chi, nella scelta dell'auto, mette il maggior rispetto possibile per l'ambiente tra le caratteristiche che il veicolo deve possedere.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER