L’ aereo superefficiente amico dell’ambiente

Condividi questo articolo:

E’ stato consegnato il primo esemplare dell’aereo composto per oltre il 50% da fibra di carbonio. Più leggero sarà anche amico dell’ambiente: la Boeing che lo produce stima un taglio del consumo di carburante del 20%

Ha un nome che fa sognare il nuovo aereo B787 Dreamliner della Boeing. Viene soprannominato l’aereo di plastica, ma si tratta di un gioiello della tecnologia composto per oltre il 50% da fibra di carbonio, per il 20% di alluminio, per il 15% di titanio e solo per il 10% di acciaio. Il primo esemplare, con qualche anno di ritardo, è stato consegnato alla compagnia aerea giapponese All Nippon Airways.  

La particolare composizione lo rende molto più leggero dei normali velivoli e ciò permette un notevole taglio sul consumo di carburante calcolato intorno al 20%. Ecco perché il jet della Boeing sarà anche “eco”.

 
 
La fibra di carbonio è stata utilizzata in modo consistente per la costruzione di aerei militari e jet privati, ma è la prima volta che viene utilizzata in larga misura su un aereo di linea privato. Alla costruzione del B787 hanno partecipato i maggiori produttori aeronautici mondiali, tra cui l’italiana Alenia Aeronautica del gruppo Finmeccanica. I motori invece sono fabbricati da Rolls Royce e General Elettric. (alessandra severini)
Questo articolo è stato letto 1 volte.

aereo di plastica, All Nippon Airways, Boeing, Dreamliner, fibra di carbonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net