ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Dj morta: forse Viviana si è suicidata, 'non ha ferite da arma da fuoco o da taglio'/Adnkronos (2)-Dj morta: forse Viviana si è suicidata, 'non ha ferite da arma da fuoco o da taglio'/Adnkronos (3)-Dj morta: forse Viviana si è suicidata, 'non ha ferite da arma da fuoco o da taglio'/Adnkronos (4)-Vicenza: Bernini, 'solidarietà a polizia per scriteriati attacchi'-M5S: Meloni, 'la peggiore casta di sempre'-Inps: Fico, 'con audizione Tridico si farà chiarezza'-Stragi naziste: Meloni, 'governo non protestò per archiviazione a Stoccarda nel 2012'-Inps: venerdì alle 12 audizione Tridico alla Camera in videoconferenza(2)-**Referendum: Brescia (M5S), 'oggi prima sonora vittoria del Sì'**-Referendum: Più Europa, 'ora ci rivolgeremo a Cedu'-**Referendum: Cangini, 'Consulta privilegia stabilità governo'**-Dj morta: sindaco Sant'Agata, 'l'appello del pm? Nessuno si fa vivo perché non l'hanno vista' (2)-Dj morta: sindaco Sant'Agata, 'l'appello del pm? Nessuno si fa vivo perché non l'hanno vista' (3)-Vicenza: Zanettin (Fi), 'no paragoni con George Floyd'-Intoo, politiche attive lavoro e alleanza pubblico-privato per ripartenza-Dj morta: legale famiglia, 'corpo Viviana non presenta ferite arma da taglio o da fuoco'-Coronavirus: Ramenghi (Ubs), 'eurozona ha retto urto, segnali di ottimismo da imprese' (2)-Imprese: Race, 'Napoleone oggi sarebbe un imprenditore di successo'-Dj morta: domani nuovo vertice in Prefettura-Calcio: da Bper finanziamento con Garanzia Italia di Sace di circa 3 mln a Spal

Un mondo più caldo sarebbe anche un mondo più ventoso?

Condividi questo articolo:

Secondo gli scienziati, il cambiamento climatico potrebbe portarci a venti più forti e quindi a maggiori possibilità per l’energia eolica

Un nuovo studio della British Antarctic Survey, della University of Oxford e della University of Bristol ha esaminato l’effetto di un mondo più caldo sui venti, in particolare nel Regno Unito e nel Nord Europa, dove l’energia eolica sta già diventando una fonte importante di energia. In un mondo che è in media 1,5°C più caldo, i venti sarebbero più forti e, di conseguenza, l’energia eolica costituirebbe una parte considerevolmente maggiore dell’elettricità prodotta in quella parte del mondo.

Utilizzando i dati di 282 turbine eoliche onshore in un arco di 11 anni in coppia con i dati del modello climatico per un aumento di 1,5 gradi della temperatura globale, i ricercatori hanno scoperto che nel solo Regno Unito potrebbe esserci un aumento del 10% nella generazione di energia eolica.

Ciò equivale a soddisfare le richieste di energia di ulteriori 700.000 abitazioni in base all’attuale capacità eolica – e poiché Il Regno Unito sta rapidamente aumentando le sue installazioni eoliche, quel numero sarebbe probabilmente ancora più alto in futuro.

Anche Germania, Polonia e Lituania vedrebbero importanti guadagni nella produzione di energia eolica, ma non come il Regno Unito, il Regno Unito è una spanna sopra agli altri– e si deve calcolare anche che questo studio non tiene conto del vento offshore, nel quale il Regno Unito è leader mondale: con venti più forti, l’eolico offshore potrebbe permettere la generazione di ancora più energia di quella prevista da questo studio.

Nel frattempo, la Commissione europea ha fissato un obiettivo di energia rinnovabile del 27% entro il 2030 e l’energia eolica rappresenta già il 18% della capacità elettrica del continente.

C’è da ricordare che l’accordo sul clima di Parigi richiede che i paesi facciano tutto il possibile per mantenere le temperature globali al di sotto dei 2°C rispetto ai tempi preindustriali – anche se l’obiettivo più ambizioso sarebbe quello di mantenere un aumento di 1,5°C.

Questo articolo è stato letto 6 volte.

cambiamento climatico, energia eolica, vento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net