La caldaia a zero emissioni? C'e' ed e' tutta italiana

Il riscaldamento in casa, con l’arrivo dell’estate, non sarà più un problema. Ma per il prossimo inverno, come conciliare calore ed eco sostenibilità? Una possibile soluzione è in via di sperimentazione da febbraio scorso in una scuola di Pordenone: si tratta della prima caldaia ad impatto zero, ed è tutta made in Italy

La prima caldaia ad impatto zero è già un prototipo e da febbraio scorso scalda una scuola di Pordenone. Si tratta di un sistema completamente made in Italy, progettato e realizzato nella città di Pordenone e supportato dall’Area Science Park di Trieste, che consente di fare a meno di combustibili fossili, rendendo così possibile la riduzione di polveri sottili che, in molte città italiane, sono di molto superiori ai limiti consentiti dalla legge. La caldaia consiste in una pompa di calore ad alta temperatura (PdC Ht), in grado di produrre acqua calda superiore ai 75°C, con la capacità di sostituire le attuali caldaie da riscaldamento senza la necessità di intervenire rifacendo completamente l’impianto. Presentata a febbraio 2011 e in corso di sperimentazione all’interno di un edificio scolastico della cittadina, la caldaia green permette di produrre 115 kW di potenza effettiva, di poco superiore ai 100 kW preventivati in fase di progettazione. “Visto il successo riscontrato dalla prima sperimentazione all’interno della scuola di Pordenone, contiamo di realizzare la caldaia a zero emissioni in larga scala e nel più breve tempo possibile”, ha affermato Giancarlo Michellone, presidente di Area Science Park. Il primo test, infatti, si sta verificando molto soddisfacente, rendendo più vicino il raggiungimento del principale obiettivo degli ideatori: sostituire le caldaie degli impianti di riscaldamento tradizionali, ad esempio nei condomini, con queste pompe di calore ad alta temperatura. Chissà se per il prossimo inverno, la caldaia a zero emissioni potrà diventare per tutti una reale possibilità dai vantaggi economici, gestionali, oltre che, ovviamente, ecologici.

(FlaDo)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER