Come realizzare in casa una parete di cartongesso?

Una piccola guida per realizzare in casa una parete di cartongesso, utile a suddividere gli ambienti

WhatsApp Share

 

Voglia di rinnovare la propria casa? Esigenza di creare una stanza in più? Provate con il fai da te, sicuro ed economico. Il modo più semplice per realizzare dei muri divisori in casa è sfruttare il cartongesso, un materiale versatile e pulito, ideale per una casa giovane e dinamica. Il cartongesso si può rivelare realmente utile anche quando si vuole isolare un ambiente rumoroso: per ottenere un buon abbattimento dei rumori basterà prevedere nell'intercapedine della parete la posa di materiale fonoassorbente e l'utilizzo di lastre insonorizzanti.

Ma come costruire una parete in cartongesso fai da te? È necessario costruire il tramezzo iniziando dallo scheletro in legno e rivestendolo, poi, con dei pannelli in cartongesso. Questo ci preserverà dalla posa dell’intonaco: basta stuccare e pittuare per avere un risultato eccellente.  Fate attenzione, però: se il divisorio non ha un andamento rettilineo non resta che scegliere un’adeguata struttura di sostegno delle lastre, che sia in grado di assecondare le richieste del progetto.

 

Materiali utile alla costruzione della parete di cartongesso:

 

  • traverse in legno grezzo di sezione adeguata, si consigliano almeno quelli di 10x5 cm
  • pannelli in cartongesso,
     una fune gessata retrattile, vale a dire una corda imbevuta di polvere colorata all'interno di un involucro
  • chiodi da carpentiere da 10 cm per il fissaggio dei montanti in legno
  • chiodi speciali per il cartongesso di lunghezza adeguata allo spessore dei pannelli
  • sega 
  • tasselli ad espansione per il fissaggio dei traversi
  • una livella e di un filo a piombo
  • stucco
  • gesso
  • nastro adesivo di carta 
  • frattazzo
  • spatole da stucco di varie dimensioni
  • spugna sintetica a grana fitta

 

Prima di iniziare il lavoro, è bene identificare con precisione la posizione per la parete divisoria, e tracciare le linee guida sulle pareti laterali e sul soffitto con la fune gessata. Si fisserà sul pavimento una traversa di legno segnando sulla stessa le posizioni dei montanti verticali. Ricordarsi di tracciare il vano porta che dovrà essere di larghezza superiore all'apertura della stessa, e di una misura doppia rispetto allo spessore del telaio.  Lasciare comunque anche uno spazio superiore a 0,5 centimetri di gioco tra il telaio e i montanti.

Fissata, quindi,  la traversa al pavimento si procede al fissaggio della traversa sul soffitto,  che andrà puntellata con tasselli ad espansione. Nel fissaggio facciamo particolare attenzione che il traverso a soffitto sia sulla stessa verticale di quello a pavimento. Dopo aver misurato l'altezza tra i due montanti,  tagliare a misura due traverse che dovranno essere inserite a forza sulle due pareti laterali e fissate anch'esse con tasselli ad espansione. Tagliere il montante a pavimento dove è prevista l’ingresso nella stanza, fissando due traverse verticali ai lati del vano porta e fermandole con i chiodi da carpentiere. È bene anche rinforzare il vano di passaggio,  con una traversa orizzontale che andrà posizionata ad altezza pari agli altri vani più il doppio dello spessore del telaio della porta. Fissare quindi anche gli altri montanti, nei punti indicati sulla base. Per i giunti a canali bisogna prevedere i tagli sulla base della traversa a pavimento dove andranno inseriti i montanti verticali, da inchiodare ad obliquo. Montati tutti i verticali è necessario montare e fissare anche i rinforzi orizzontali che dovranno essere tagliati a misura e inseriti tra i montanti, inchiodandoli in obliquo sul terminale e in testa su quelli successivi. Lo scheletro della struttura è quindi pronto.

Il passo successivo è quello di montare i pannelli di cartongesso, scegliendo se in orizzontale o in verticale.
Il metodo orizzontale è quello maggiormente diffuso anche perché è quello più economico: si posano i pannelli iniziando dal soffitto, sfalsando i giunti nei successivi e nascondendo il bordo del pannello a pavimento con il battiscopa. Per la posa in verticale si inizia il montaggio iniziando dal primo pannello a filo del vano porta e continuando con gli altri verso le pareti.

Montati i pannelli è necessario passare alla stuccatura dei giunti e quella degli avvallamenti, ma anche di eventuali imperfezioni e accorgimenti. Per prima cosa procedere alla copertura di chiodi e viti che sono servite al fissaggio del cartongesso.  Prendere quindi una spatola e passare lo stucco a consistenza cremosa sugli avvallamenti. Una volta che lo stucco si sia indurito, passare uno strato di finitura da sfumare con una spugna umida. Applicare uno strato di stucco (largo 7 cm) anche su tutti i giunti dei pannelli iniziando dall'alto.
Con la spugna umida lisciare i bordi dello stucco e aspettare che indurisca completamente prima di stuccare altre eventuali irregolarità.

La parete di cartongesso non è ancora pronta per la decorazione finale. Prima si deve rasare il muro: applicare uno strato sottile di gesso allo scopo di rendere uniforme l'assorbimento del pannello e dei giunti. Asciutta la rasatura, si procederà a carteggiare le pareti con cartavetro di grana fine. Procedere a decorare come si preferisce.