Flash News:
Post title marquee scroll
Migranti: Alarm phone, 80 in pericolo in acque Sar maltesi-Economia dell'usato come leva per la ripresa, in Italia vale 24 mld-**Bce: Lagarde, 'non credo a nuova crisi debito sovrano in Eurozona'**-Gen. Guarino: "Cosa nostra voleva lista civica per influenzare scelte politiche'-Mafia: gen. Guarino, 'Cosa nostra voleva lista civica per influenzare scelte politiche' (2)-Fase 2: Consulenti lavoro Palermo, 'metà cassintegrati senza soldi fino a settembre'-Fase 2: Consulenti lavoro Palermo, 'metà cassintegrati senza soldi fino a settembre' (2)-Sicilia: Dissesto idrogeologico, a Capri Leone si consolida il centro abitato-Sicilia: assessore Grasso, 'Governo Musumeci ha posto fine a precariato enti locali'-Milano-Bicocca, nasce laurea per manager trasparenza e innovazione-Titoli Stato: spread Btp-Bund apre a 202 punti base, rendimento 1,59%-Mafia: arresti Palermo, nessuna vittima pizzo ha denunciato gli estorsori-Milano-Bicocca, nasce laurea per manager trasparenza e innovazione-Caos Procure: 'tutti con te, anche Legnini', gli sms tra Palamara e il pm di Salvini-Coronavirus: Policlinico Milano, un positivo in 5 giorni ma il virus non si è attenuato-Rifiuti: traffico illecito e discariche abusive, in corso operazione del Noe-Mafia: arresti Palermo, boss organizzavano lista civica per le amministrative Misilmeri-Mafia: arresti Palermo, inquirenti 'vittima chiese intermediazione boss'-Mafia: estorsioni e minacce, maxiblitz nel palermitano con otto arresti-Mafia: estorsioni e minacce, maxiblitz nel palermitano con otto arresti (3)

Nasce a Pisa la prima casa passiva in canapa e calce

Condividi questo articolo:

La casa passiva in fase di completamento a Cascina, localita’ San Prospero, sara’ la prima abitazione passiva d’Italia in canapa e calce

Nasce a Pisa la prima casa passiva d’Italia in canapa e calce. Il termine casa passiva indica ovviamente un particolare tipo di abitazione che, grazie ai materiali da costruzione e agli accorgimenti ‘tecnici’ utilizzati in fase di realizzazione, assicura il  benessere termico senza o con una minima fonte energetica di riscaldamento interna all’edificio, ossia senza alcun impianto di riscaldamento ‘convenzionale’, (come caldaie, termosifoni e sistemi analoghi).

La casa passiva in fase di completamento nei prossimi mesi a Cascina, località San Prospero (in provincia di Pisa), sarà in questo caso ‘isolata’ termicamente grazie all’utilizzo di uno speciale biocomposto in canapa e calce. L’utilizzo della canapa in particolare, garantisce un ottimo isolamento dal punto di vista termico e acustico. 

La canapa inoltre, essendo una fibra vegetale, può essere coltivata normalmente come naturale risorsa a disposizione dell’edilizia green. 

La canapa ha infine il vantaggio di inglobare CO2 nel corso del proprio ciclo di vita, in quantità superiore alla quantità immessa in atmosfera per la produzione del biocomposto di calce e canapa pre-scelto per la costruzione della casa passiva di Pisa.

E proprio la nuova abitazione che nascerà nei dintorni di Pisa avrà tutte le caratteristiche più virtuose di una casa passiva: sarà infatti una villetta a due piani con struttura portante in legno FSC e muri di tamponamento realizzati con il composto di canapa e calce, che verrà utilizzato anche per isolare la copertura, garantendo la massima traspirabilità dell’involucro.

La nuova casa passiva non avrà quindi bisogno di alcun impianto di riscaldamento né di raffrescamento. Verrà invece inserito un impianto di ventilazione con efficacia di recupero del calore pari al 98%. Per maggiori informazioni sull’utilizzo del biocomposto in canapa e calce è possibile fare riferimento a questo sito.

(ml)

Questo articolo è stato letto 36 volte.

calce, canapa, casa, Casa passiva, passiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net