Come lucidare e scegliere il tuo parquet

Il pavimento in legno è considerato dalla maggior parte degli esperti il più ecologico e salutare: ma quali sono i criteri di scelta per un parquet “verde”? Ecco i suggerimenti per risparmiare energia all’altezza del suolo.

La scelta di un parquet è una garanzia per il buono stato della vostra abitazione: infatti questo tipo di pavimento è capace di regolare l’umidità e portare calore. Inoltre, il parquet è il pavimento più naturale: ma come scegliere il più ecologico e il più adatto alla nostra casa tra i diversi tipi disponibili sul mercato? Prima di tutto, è importante informarsi sulla sua provenienza: le piantagioni devono essere certificate, e la predilezione deve andare verso le essenze italiane, il ciliegio, l’acero, il noce. Meglio scegliere legni duri, resistenti e protetti con trattamenti non tossici: parquet di questo tipo sono però molto costosi. Un’idea più economica, ma sempre rispettosa, può essere quella di ripiegare sui laminati, che consentono una posa più rapida, a incastro e senza collanti, spesso a base di sostanze tossiche: resistono lungo e vengono, ormai, prodotti con metodi ecologici, prestandosi perfettamente all’abbinamento con sistemi di riscaldamento radianti a pavimento, che consentono notevoli risparmi di combustibile e una sensibile riduzione delle emissioni inquinanti di anidride carbonica. Altro fattore di estrema importanza è il “come” curarlo: non dimentichiamo che il legno è un materiale vivo che resta tale anche dopo l’applicazione. La rifinitura andrà eseguita, dunque, con impregnanti e lucidanti a base naturale, come c’era d’api, olio di lino, e non con prodotti di sintesi: con queste sostanze il legno si trasforma in un materiale amorfo, privo di vita, che per anni può sprigionare soluzioni e vapori nocivi. Di estrema importanza è anche la scelta di un “sottofondo” adatto. Il pavimento in legno è un tutt’uno con lo strato su cui poggia: insieme determineranno la traspirabilità, il potere di isolamento termoacustico e contribuiranno a caratterizzare la qualità dell’aria degli ambienti della nostra casa. La scelta migliore è, quindi, da fare prima dell’acquisto, valutando con calma le varie possibilità, facendosi aiutare da esperti e, soprattutto, informandosi bene sulla compatibilità della vostra scelta con l’ambiente che ci circonda. (fla.do.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER