Le case piu' strane fatte di materiali riciclati

Bottiglie di birra, lattine, pezzi di vetro, barche e addirittura aerei. Ecco una breve carrellata delle case più strane fatte con materiali riciclati

 

 

C’è la casa di mattoni, la casa di marzapane e la casa fatta di materiali riciclati di ogni tipo. Ad esempio, in America, dove il riuso per le costruzioni edili è ben sviluppato, esiste una vera e propria azienda edile, la Phoenix Commotion, che si occupa di costruire edifici low-cost esclusivamente con materiali riciclati. Ma i suoi prodotti non sono l’unico esempio, visto che in tutto il mondo stanno sorgendo case di questo tipo, sempre più particolari.

 

Un tempio buddista in Thailandia è stato realizzato con bottiglie usate in vetro e lattine in alluminio,  che in Patagonia, invece, sono state trasformate in tegole per la costruzione del tetto di una casa. In Croazia è stata riciclata un’intera barca, così come per “The Ship Residence”, in Ohio, costruita per volere di Henry Ford (uno dei fondatori della Ford Motor Company) più di mezzo secolo fa. Vecchie finestre e pannelli in vetro sono stati utilizzati dall’artista Tom Fruin per realizzare la “Kolonihavehus”, una vera e propria opera d’arte.

 

Pneumatici dismessi e fango per alcune dimore a costo zero ricostruite dopo il terremoto di Haiti. In Guatemala sono serviti, invece, per costruire una scuola. Sembrerà uno scherzo, ma sono state scelte bottiglie di birra utilizzate da un gruppo di monaci buddisti per la realizzazione del tempio “Wat Pa Maha Chedi Kaew”, completo di servizi igienici e di forno crematorio.

 

I container navali vengono abbandonati dopo soli cinque anni di utilizzo. C’è chi allora ha pensato di recuperarli ed assemblarli a Londra, per la costruzione di un palazzo coloratissimo. Ma c’è anche chi, probabilmente, ha avuto da sempre la passione del volo, e non è mai riuscito a realizzare questo sogno. Si tratta di Joann Ussery, parrucchiere del Mississipi, che, dopo aver perso, durante una tempesta di ghiaccio nel 1994, la sua casa, ha infatti deciso di recuperare un Continental Airlines 727: 2.000 dollari per comprare l’aereo, 4.000 dollari per spostarlo sul lago, e circa 24 mila dollari per ristrutturarlo e trasformarlo in una comoda abitazione che, sicuramente, non passerà inosservata.

 

(Flavia Dondolini)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER