Pantaloncini robot

Le ricerche sugli esoscheletri sono arrivate a sviluppare un paio di calzoncini che aiutano a camminare meglio

Secondo alcuni, dobbiamo essere pronti all'arrivo della robotica indossabile, che presto invaderà la nostra quotidianità per fare quello che da sempre è il concetto sotteso allo studio e allo sviluppo degli esoscheletri: aiutare le persone. Tra i vari progetti in essere, ce n'è uno molto interessante, che sta facendo fare un vero passo in avanti (in tutti i sensi) a questa tecnologia: si tratta di pantaloncini robotici che aiutano a migliore il nostro passo.

A studiare e sviluppare questa innovazione, un team di ricercatori provenienti dal Wyss Institute di Harvard, dalla John A. Paulson School of Engineering and Applied Sciences (SEAS) e dalla University of Nebraska Omaha. Questi scienziati hanno deciso di allontanarsi dal concetto di esoscheletro pesante, che è destinato magari a svolgere compiti di sollevamento e si sono diretti verso dei semplici e morbidi calzoncini, che aiutano le passeggiate e il jogging. Che a dirla così pare facile ma, in realtà, non lo è per niente, infatti i ricercatori stanno lavorando per sviluppare gli algoritmi alla base di questo dispositivo dall'inizio del 2018 e nell'ambito della ricerca DARPA da anni.

Come raccontato nello studio pubblicato sulla rivista Science, utilizzando un computer integrato, i pantaloncini rilevano i movimenti di chi li indossa e analizzano cose come la velocità di movimento e la fase di avanzamento del passo; quindi, ti danno una piccola spinta alla gamba usando un cavo attuatore, fissato tra la vita e la coscia. Il cavo imita la naturale funzione dei glutei, rendendo l'azione un po' più facile. Nei test, l'uso dell'esoscheletro ha ridotto i costi metabolici del camminare del 9,3% e quelli della corsa del 4%.

I pantaloncini pesano poco meno di 5 Kg che potrà sembrare molto ma, in realtà, è un grande progresso rispetto ai pesi soliti degli esoscheletri. Se si continua così, si potrebbe arrivare a nuovi risultati sempre migliori che permetterebbero d'integrare realmente la robotica indossabile nella nostra vita di tutti i giorni.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER