L'ortica? Un potenziale antiossidante

L'ortica è una pianta ricca di flavonoidi, acidi grassi, terpeni, vitamine C, B e K, e non solo.

L'ortica annua o minore (Urtica urens) è un parente stretto dell'ortica dolorosa (Urtica dioica), una varietà dal grande potenziale antiossidante. Tuttavia questa proprietà non era stata presa in esame dagli scienziati fino a poco tempo fa.

Uno studio, condotto da ricercatori dell'Università di Sfax in Tunisia, ha esaminato non solo il potenziale antiossidante dell'ortica minore, ma anche la sua attività antimicrobica

L'ortica minore contiene carotenoidi, come la luteina e il beta-carotene, che possono agire da antiossidanti. Inoltre, questa piccola pianta erbacea è ricca di proteine di alta qualità, flavonoidi, acidi grassi, terpeni, vitamine C, B e K, calcio, ferro, magnesio e fosforo, che possono contribuire alle proprietà farmacologiche della pianta.

Proprio per questo, i cultori della medicina tradizionale la usavano come rimedio naturale per allergie, punture di insetti, asma, malattie infiammatorie, impurità del sangue e infezioni batteriche.

In questo studio, pubblicato sulla rivista Pharmaceutical Biology, i ricercatori hanno testato l'attività antimicrobica, applicando gli estratti a vari ceppi batterici, tra cui Staphylococcus aureus, Pseudomonas aeruginosa, Bacillus subtilis, Salmonella enteritidis, Escherichia coli, Staphylococcus epidermidis, Micrococcus luteus e Enterococcus faecalis. Nel frattempo, hanno utilizzato diversi test di scavenging dei radicali liberi per determinare l'attività antiossidante.

Hanno scoperto, quindi, che l'ortica minore ha una potente attività antiossidante e antimicrobica, ed è particolarmente efficace contro i batteri Gram-positivi (B. subtilis, S. aureus, M. luteus e S. epidermidis) e alcuni batteri Gram-negativi (S enteritidis e P. aeruginosa).

Il team ha anche determinato il profilo fitochimico degli estratti per identificare i composti potenzialmente responsabili delle sue attività biologiche. Hanno trovato così alte concentrazioni di flavonoidi, polifenoli e tannini, noti per le proprietà antiossidanti.

Questi risultati dimostrano che le piante selvatiche hanno un grande potenziale come fonti di composti con applicazioni farmacologiche. Ecco allora la ricetta per un'ottima tisana a base di ortica...