Sicurezza sul lavoro: finanziamenti a fondo perduto con il bando ISI INAIL

Le aziende possono aumentare la sicurezza sul lavoro utilizzando questi contributi a fondo perduto. Ecco il bando.

Le aziende che vogliono investire nella sicurezza sul lavoro possono sfruttare anche quest'anno il finanziamento a fondo perduto previsto nel bando ISI INAIL. Da quest'anno c'è la possibilità di ottenere fondi anche per le bonifiche dei materiali contenenti amianto.

L'amianto e' un materiale molto utilizzato negli anni '50 per le realizzazione di edifici, treni e navi. Negli anni si e' scoperto che era un killer silenzioso: tutti i siti italiani contaminati.

Il bando ISI INAIL è aperto a tutte le imprese, anche a quelle individuali, che sono iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.

I progetti che verranno finanziati devono puntare a:

  • miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;
  • adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • bonifica da materiali contenenti amianto.

Il fondo ammonta a più di 276milioni di euro e viene ripartito tra singoli avvisi regionali che sono pubblicati sul portale dell'INAIL.

L'ordine di assegnazione per i progetti assegnati è cronologico e, fa sapere l'ente, in un’ottica di trasparenza nelle procedure, gli elenchi di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale INAIL con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo.

Il termine ultimo per presentare le domande è il 5 maggio 2016. Gli interessati devono accedere alla sezione servizi del portale INAIL dopo essersi registrati all'interno del portale.