Rifiuti a Roma, interviene il ministro dell'ambiente

Il ministro dell'ambiente si rivolge al sindaco di Roma: "non c'è una programmazione"

Questa calda estate verrà ricordata a Roma per il problema dei rifiuti: la città è invasa dall'immondizia e il sistema di raccolta e smaltimento non funziona a dovere.

Scende in campo anche il ministro dell'ambiente: "mi preoccupa molto: non c'è una programmazione, non c'è un piano né per l'emergenza né per trovare una soluzione definitiva. E ricordo a tutti che quando parliamo di Roma, parliamo dell'immagine dell'Italia nel mondo".

Il titolare del dicastero dell'ambiente apre al sindaco: "Rinnovo l'invito al sindaco Raggi a venire al mio ministero a presentare le sue soluzione a confrontarsi con noi siamo arrivati al punto limite quando la situazione diventerà più grave neanche il ministero potrà fare niente. Non abbiamo la bacchetta magica: oggi è ancora possibile intervenire, tra un mese no. E ognuno si prenda le sue responsabilità".

Ma il clima non è sereno, prosegue il ministro: "se c'è la volontà di non interloquire con il mio ministero, allora che lo si dica chiaramente. Se c'è questa sindrome di autosufficienza ne prendo atto".

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER