Qual è la più antica terra emersa?

Una crosta oceanica nel Mar Mediterraneo potrebbe essere anteriore alla formazione del supercontinente Pangea

Un nuovo affascinante studio geologico pubblicato su Nature Geoscience rivela che esiste un pezzo di crosta oceanica nel Mar Mediterraneo che potrebbe precedere il supercontinente Pangea in quanto a generazione: Datata intorno ai 340 milioni anni, la formazione trovata dal geologo Roi Granot della Ben-Gurion University of the Negev è una concorrente molto promettente al primato per la più antica crosta oceanica del mondo.

Nella ricerca, Granot racconta nei dettagli di come abbia usato «anomalie magnetiche» per datare questo pezzo di crosta oceanica nella parte orientale del Mar Mediterraneo: navigando con questi sensori ha fatto la sua scoperta in un area che anche altri geologi avevano battuto senza riuscire a fare questa datazione.
340 milioni di anni vuol dire che questa crosta è 150 milioni di anni più vecchia di quello che si pensava essere il più antico pezzo di crosta oceanica emerso – che si trova vicino al Giappone ed è stato datato 190 milioni di anni.

Anche se questo ritrovamento è stato emozionante, alcuni geologi hanno richiesto maggiori informazioni, riaprendo il dibattito sull'interpretazione dei segnali magnetici nel Mar Mediterraneo, che è ovviamente molto complesso.

Se Granot dovesse avere ragione, questo studio potrebbe aiutarci ad imparare molto di più su come il supercontinente Pangea si è formato, anche perché, a quanto ne sappiamo, il bacino del Mediterraneo orientale si è formato quando il supercontinente ha iniziato a dividersi, meno di 300 milioni di anni fa. Se questa informazione dovesse essere revisionata, potrebbe voler dire che Pangea ha iniziato a rompersi prima che fosse terminata la sua formazione.
Insomma, non ci resta che seguire questo dibattito per conoscere il principio della storia che riguarda le nostre terre emerse.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER