ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Al bar di Porto Empedocle : "Non siamo razzisti ma basta sbarchi, brutta immagine città"-**Migranti: bar di Porto Empedocle, 'non siamo razzisti basta sbarchi, brutta immagine città'** (2)-Migranti: Sos Mediterranee, 'su Ocean Viking gioia ma anche tensione per attesa sbarco'-Fase 3, Fanuzzi (Italiaonline): "Video strategy su misura per ripartenza business pmi"-Migranti: assessore Sicilia, 'ong se ne facciano una ragione, sbarco solo dopo esito tampone'-Fase 3, Fanuzzi (Italiaonline): "Video strategy su misura per ripartenza business pmi"-L'asteroide Morricone tra Marte e Giove-Migranti: i 169 naufraghi sulla nave quarantena andranno a Crotone-Da 'Il mondo' a 'Sapore di mare', il sound degli anni '60 targato Morricone-Sindaca Porto Empedocle (M5S): "Radical chic al Governo, ministri vengano qui a vedere"-Migranti: sindaca Porto Empedocle (M5S), 'radical chic al governo, ministri vengano qui' (2)-Migranti: sindaca Porto Empedocle (M5S), 'radical chic al governo, ministri vengano qui' (3)-Migranti: sindaca Porto Empedocle (M5S), 'radical chic al governo, ministri vengano qui' (4)-Migranti: fonti, 'Porto Empedocle non è stato assegnato come porto sicuro'-Pubblica amministrazione, più pensionati che dipendenti nel 2021-Coronavirus: nel mantovano +17 casi (2)-Coronavirus: Gallera, 'nel mantovano con 1.500 tamponi soffocati 6 focolai'-Senza filtri: cosa sta succedendo con il COVID19 negli USA-Fase 3: a fine settembre la Milano Design City per 'rilanciare la città'-Coronavirus: nel mantovano +17 casi

Green Hill: condanne confermate in Cassazione “eutanasia in modo disinvolto”

Condividi questo articolo:

L’allevamento è stato chiuso nel 2012 e ora la Cassazione ha confermato le condanne per i suoi vertici

Green Hill era un allevamento di cani beagle che si trovavava a Montichiari, in provincia di Brescia. È stato chiuso nel 2012 e ora la Cassazione ha confermato le condanne per i suoi vertici: un anno e sei mesi per Ghislane Rondot, co-gestore della struttura, e stessa pena per il veterinario Renzo Graziosi. Un anno invece per il direttore dell’allevamento Roberto Bravi. Secondo le accuse nell’allevamento si praticava “l’eutanasia in modo disinvolto, preferendo sopprimere i cani piuttosto che curarli”.

La denuncia risale al 2012, quando 2636 cani furono sequestrati. Per la Lav (Lega Antivivisezione), parte civile in questa vicenda giudiziaria, si tratta di “una vittoria epocale, senza precedenti. La Corte di Cassazione ha definitivamente smantellato il teorema del cane-prodotto ‘da laboratorio’ e ‘usa e getta’, ponendo il proprio sigillo sulla corretta interpretazione giurisprudenziale del diritto per le violazioni commesse ai danni di tanti cani. Una interpretazione innovativa e lungimirante – prosegue la Lav – che pone in nostro Paese in una posizione di assoluta avanguardia, orientandolo al rispetto delle esigenze etologiche anche in cani allevati e destinati ad uso sperimentale. In altri termini, secondo tale importantissima pronuncia e secondo quanto stabilito dal Tribunale di Brescia nelle due precedenti sentenze, il maltrattamento non è giustificabile neppure in un contesto produttivo di potenziale elevata sofferenza come un allevamento di cani per la sperimentazione. Un orientamento in linea con l’accresciuta sensibilità collettiva verso gli animali e con il divieto di allevare cani a fini sperimentali e altre limitazioni, introdotto nel nostro Paese nel 2014 con il Decreto Legislativo n.26/2014 sulla sperimentazione animale: con questo Decreto e ora con questa sentenza di Cassazione l’Italia compie un vero salto in avanti nella tutela giuridica degli animali”.

Questo articolo è stato letto 3 volte.

animali, beagle, Green Hill, lav

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net