Missione: salvare i rinoceronti bianchi

Gli scienziati sono alla ricerca di un piano per salvare i due unici esemplari di rinoceronti bianchi settentrionali che esistono sul nostro pianeta

Sono rimasti solo due rinoceronti bianchi settentrionali sulla Terra e sono due femmine: Najin e Fatu. Sarebbe la notizia peggiore del mondo per questa sottospecie, se non fosse che gli scienziati stanno cercando di escogitare un piano per salvarla comunque dall'estinzione. 

Lo studio, pubblicato recentemente sulla rivista «Genome Research», rivela che sono state conservate delle cellule che potrebbero contenere una sufficiente diversità genetica per ricreare una popolazione di questi animali. A condurre la ricerca c'è il San Diego Zoo Institute for Conservation Research che ha esaminato le cellule di rinoceronte bianco settentrionale crioconservate nel Frozen Zoo dell'istituto e ne ha sequenziato i genomi, confrontandoli con quelli delle cellule del rinoceronte bianco meridionale. Da questa base, gli esemplari femmina di questa sottospecie potrebbero servire come mamme surrogate, grazie a vari metodi che gli scienziati potrebbero usare: una clonazione, per esempio, oppure l'inserimento del DNA della cellula del rinoceronte bianco settentrionale in una cellula uovo di rinoceronte settentrionale oppure la trasformazione dele cellule che si hanno in staminali e poi in uova e spermatozoi.

Gli scienziati hanno dichiarato che non vogliono investire troppo in questi piani, fino a quando non saranno certi di avere materiale genetico vitale; inoltre, il nuovo studio rivela una diversità genetica sorprendentemente alta tra i rinoceronti bianchi settentrionali, molto vicina a quella dei rinoceronti bianchi meridionali, che rivendicano una più grande riserva naturale – un secolo fa, anche loro sono stati a rischio di estinzione, essendo rimasti in circa 20/50 individui, ma hanno avuto una forte ripresa, portandosi a quota 20.000 oggi.

Ci sono molti pareri contrari circa il fatto di concentrarsi troppo su questa specie, invece di guardare ad altri tipi di rinoceronti ugualmente in pericolo ma con una maggiore possibilità di sopravvivenza.
Staremo a vedere quello che succederà.