Il Tribute in Light mette in pericolo gli uccelli

L'installazione artistica usata per commemorare il crollo delle Torri Gemelle crea problemi agli animali che migrano

Ogni anno, a New York, l'11 settembre vengono lanciate in aria molte luci provenienti da faretti che illuminano lo spazio in cui erano le Torri Gemelle prima dell'attentato del 2001. Si chiama Tribute in Light questa installazione artistica ed è la maniera in cui la città commemora le persone vittime dell'attacco terroristico di quel giorno.

Secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista PNAS, però, sfortunatamente questi enormi fasci di luce incantano gli uccelli, arrivando a metterli in pericolo di morte. Secondo il calcolo fatto dagli scienziati, sono 160.000 gli uccelli a rischio ogni anno.
Settembre, infatti, è il mese in cui molti tipi di uccelli e altri animali – come i pipistrelli, per esempio – utilizzano il corridoio di migrazione che attraversa New York. È da migliaia di anni che questi animali volano sopra la City. Il Tribute in Light, però, sconvolge le loro bussole interne perché gli uccelli fanno affidamento su guide naturali, come la luce del sole, delle stelle e della luna e l'attrazione del campo magnetico terrestre, per orientarsi e trovare la loro strada verso i terreni invernali.

Gli autori dello studio hanno spiegato che, a causa delle luci, gli uccelli si sono ammassati, hanno diminuito la loro velocità e hanno iniziato a seguire percorsi circolari, disorientati, e con un movimento che attirava anche gli altri uccelli in arrivo. Tra questi, venivano attirati anche i predatori che piombavano sugli altri, cercando di catturarli per cena. Un destino infausto, ma non meno infausto di quelli che all'attacco dei predatori riuscivano a sfuggire, visto che, comunque, sprecavano in questa pratica della fuga e del girare in tondo attorno alle luci moltissima energia, diventando affamati e stanchi.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER