“Un bicchiere d’acqua del Mar Morto, grazie”

Condividi questo articolo:

Un giorno perfino l’acqua del Mar Morto sarà potabile, grazie ai nuovi sistemi di purificazione

Nonostante i progressi, l’acqua potabile è ancora un problema non solo per i paesi in via di sviluppo, ma anche per gli Stati Uniti, dove la mancanza d’acqua, durante i disastri naturali, può essere un dramma. Gli scienziati hanno, per questo, creato un nuovo metodo di purificazione, che impiega l’idrogel. 

Utilizzando l’energia solare, questi materiali ibridi a base di polimeri in gel possono produrre acqua pulita da qualsiasi fonte, compresa l’acqua salata del Mar Morto.

Il team guidato da Guihua Yu, dell’Università del Texas Austin, ha creato un idrogel che è sia idrofilo che semi-conduttore. Il sistema funziona creando vapore acqueo con la luce solare e, quindi, pompando il vapore in un condensatore per erogare acqua dolce.
Il generatore di vapore può desalinizzare l’acqua in modo più economico e sostenibile. I test hanno prodotto 25 litri d’acqua per metro quadrato: molto per le aree colpite da disastri o per un possibile utilizzo domestico.

L’acqua è un bene prezioso. Prima di dover ricorrere a soluzioni d’emergenza di questo tipo, pensiamo a quale possa essere il nostro impegno per proteggerla e non sprecarla.

Questo articolo è stato letto 9 volte.

acqua, acqua potabile, mar morto, mare, Purificazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net