Dieta dello zenzero? Gli esperti hanno molti dubbi

Lo zenzero fa bene, ma non è un medicinale né un elisir, quindi non ha senso metterlo ovunque e attendere miracoli

Lo zenzero è sempre più popolare. Così popolare che sta finendo un po’ in ogni ricetta: dalle classiche tisane, alle polpette, ai risotti...

Per alcuni ormai lo zenzero, che è una radice ricca di tante proprietà, è l’elisir in grado di risolvere ogni problema, dai chili di troppo alla nausea, alla cattiva digestione.

In effetti ha molte proprietà:

  • Utile per i problemi intestinali: pulisce il colon
  • La sua componente speziata attiva la salivazione e la produzione di succhi intestinali
  • Combatte le infiammazioni, i problemi di circolazione, le artriti e la febbre
  • Riduce il dolore alla articolazioni e ai muscoli
  • Ha un effetto stimolante per il cuore e il sistema circolatorio
  • Protegge il fegato e lo stomaco

E queste proprietà sono fuori discussione, ma non ci sono prove scientifiche che garantiscano efficacia per trattamenti prolungati.

Per questo gli esperti invitano alla cautela. Ad esempio Pietro Migliaccio, presidente della Società italiana di scienza dell'alimentazione (Sisa), spiega all’AdnKronos: ‘lo zenzero servirebbe a variare un regime alimentare puntando su una variazione di sapori’. Inoltre, spiega, ‘Lo zenzero ha capacità antiossidanti come altri cibi, né più e né meno’.

Non ci sono particolari controindicazioni all’utilizzo dello zenzero; solo chi soffre di gastrite e ulcere dovrebbe evitarlo. 

Quindi lo zenzero è ottimo e fa bene, ma non è un medicinale miracoloso; soprattutto non è un medicinale. 

 

 

.

VIDEO

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER