Etichette alimentari a semaforo: Italia vs Inghilterra

E’ guerra tra Italia e Inghilterra in tema di etichette alimentari: la Gran Bretagna vuole l’introduzione del semaforo sulle etichette, cosa che il bel Paese crede lesiva per consumatori e produttori

 

Italia vs Inghilterra sul tema etichette alimentari. Il Bel Paese ha deciso di battaglia a Bruxelles contro la raccomandazione con cui il Governo inglese propone l’introduzione dell’etichettatura a semaforo, con codici giallo, verde o rosso in base alla quantità di grassi. Verde: pochi grassi; giallo: quantità media; rosso: troppi grassi. 

L’Italia crede che l’introduzione dell’etichetta a semaforo possa ostacolare la libera circolazione dei prodotti alimentari in Europa riducendo il fatturato globale dei fornitori in Gran Bretagna. Perché? Perché i consumatori saranno scoraggiati ad acquistare i prodotti etichettati con il codice rosso e perché i consumatori degli altri Paesi Ue potrebbero ritrovarsi con più etichette sul prodotto. Il Bel Paese, quindi, è convinto che la nuova etichettatura è é fondamentalmente lesiva degli interessi dei consumatori, ma anche dei produttori e degli agricoltori. E non solo: il nostro Paese è convinto anche che questa etichettatura è in contrasto con la normativa Ue sui prodotti Doc e Igp (Denominazioni e Indicazioni d'origine) che vengono riconosciuti a livello europeo come alimenti di alta qualità.

gc