Maltempo in Veneto: agricoltura danneggiata

Il forte vento e la bomba d’acqua che si e’ abbattuta ieri sul Veneto hanno provocato ingenti danni a frutteti e vigneti

 

Il maltempo che ha colpito il Veneto nelle ultime ore ha già provocato ingenti danni all’agricoltura. A lanciare l’allarme è Coldiretti Veneto, che ha sostenuto che il vento forte e la bomba d'acqua hanno lasciato il segno sia sulle strutture che sulle colture, soprattutto frutteti e vigneti. In particolare, le zone più colpite sono i comuni tra Padova e Venezia: Noventa, Vigonza, Cadoneghe, Vigodarzere, Selvazzano, Ponte San Nicolò, Selvazzano, Rubano, ma anche di Abano e Montegrotto e in parte Teolo, Arquà, Galzignano e Torreglia.

‘I danni più rilevanti - spiega Coldiretti - li ha fatti il vento forte che ha scoperchiato alcune serre e altre strutture come ricoveri attrezzi, piccoli allevamenti o scorte per gli animali. Danneggiati anche alcuni tetti di abitazioni e di altri edifici annessi alle aziende. Le raffiche di oltre 100 chilometri all'ora che hanno sferzato il territorio hanno abbattuto numerosi alberi, fra i quali diverse piante da frutto con danni alla produzione nel pieno della stagione. Molti i filari di vigneti piegati dal vento forte nella zona collinare’.

 

‘Nella fascia urbana e nell'Alta Padovana invece sono stati sferzati dal vento ettari di coltivazioni di tabacco, ortaggi e altri seminativi. Nel veneziano e' la Riviera del Brenta con serre e impianti florovivaistici a lamentare problemi. Nei comuni Stra, Fiesso d'artico, Vigonovo e Campolongo Maggiore sono state piegate piante e fiori oltre diverse strutture letteralmente volate via. Coldiretti sta raccogliendo le segnalazioni in queste ore e provvederà a comunicare all'Avepa l'elenco delle zone segnate dall'evento atmosferico’.

gc 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER