L’Agricoltura tiene in vita l’economia italiana

L'agricoltura è l'unica attività economica che nel Mezzogiorno resiste alla crisi con una sostanziale stabilità sia del valore aggiunto che nel numero di occupati stabilità sia del valore aggiunto

WhatsApp Share

 

È l’agricoltura che tiene in vita l’economia Italiana. Almeno nel Mezzogiorno, dove questa è l’unica attività che resiste alla crisi, con una sostanziale stabilità sia del valore aggiunto (-0,3 per cento) che nel numero di occupati (-0,9 per cento) rispetto al crollo generalizzato. A dirlo è la Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi all'andamento economico ed occupazionale nel Mezzogiorno d'Italia nel 2013.

Nel settore agricolo, l'andamento occupazionale nel Mezzogiorno è migliore, nonostante le ben conosciute  difficoltà infrastrutturali e di mercato, di quello del centro nord dove si registra una riduzione del 2,4 per cento.

È nel Sud che si concentrano circa i due terzi delle coltivazioni biologiche nazionali con quasi la metà delle imprese agricole nazionali, il 10% del territorio è coperto da parchi e aree protette.  Un patrimonio  ‘rappresenta una chance formidabile per generare nuovo sviluppo e opportunità occupazionale se viene dato valore al rapporto con il territorio, in un sistema integrato che coinvolge tutti i protagonisti, dall'agricoltura all'industria, dalla finanza al commercio fino al turismo, in stretta connessione con le risorse storiche, archeologiche, culturali ed ambientali di cui il Sud è ricchissimo’.

gc