Agroalimentare: il made in Italy conquista le tavole straniere

Vino, olio, frutta e pasta italiani conquistano le tavole straniere

 

Il made in Italy conquista le tavole e i palati stranieri: tutti i prodotti simbolo dell’agricoltura italiana hanno fatto registrare performance sorprendenti nelle esportazioni. 

In particolare un aumento nelle vendite al di fuori dei confini nazionali è stata registrata per lo spumante, con un +19% di export, e per l’olio, +16% di export. A conquistare le tavole straniere sono anche i dolci e le conserve di pasta, che hanno segnato un aumento dell’export pari al 12%, mentre la frutta ha fatto registrare un aumento dell’11%. Anche il simbolo italiano all’estero, la pasta, ha visto un incremento dell’export dell’8%. I dati sono riferiti da Coldiretti sulla base dei dati Ismea, e sono relativi ai primi quattro mesi del 2013.

Tra i paesi che apprezzano maggiormente il made in Italy alimentare, semper secondo i dati di Coldiretti, sono aumentate soprattutto le esportazioni dirette in Russia, +10,1%, in Canada e in Giappone, +8,6%, e negli Stati Uniti, +8,3%, fuori dall’Europa, ed in Austria, +9,1%, nel Regno Unito, +6,6%, e nei Paesi Bassi, +6,1%, tra i paesi Ue.

(gc)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER