Il dinosauro più grande della savana

I resti di un nuovo dinosauro sono stati scoperti in Africa: era il più grande predatore mai visto

WhatsApp Share

I paleontologi hanno scoperto i resti fossili di quello che potrebbe essere stato il più grande predatore che sia mai andato a caccia nella savana africana. Le impronte fossilizzate sono state trovate a Lesotho, un paese dell'Africa meridionale (molto montagnoso e senza sbocchi sul mare) e appartengono a un megacarnivoro precedentemente ignoto, risalente all'inizio del periodo Giurassico – ovvero 200 milioni di anni fa. 

Anche se le sue dimensioni e i suoi comportamenti erano probabilmente come quelli di altre specie molto note, come il Tyrannosaurus Rex e l'Allosaurus, la datazione del carbonio dei resti fossili suggerisce che questo nuovo dinosauro potrebbe essere esistito molto prima degli altri megacarnivori. Con mezzo metro (circa) sia in lunghezza che in larghezza, le impronte a tre punte sono le più grandi impronte di questo genere mai trovate in Africa.

Il fossile di Theropoda è stato scoperto da un team internazionale di scienziati dell'Università di Manchester, dell'Università di Città del Capo in Sudafrica e dell'Università di San Paolo in Brasile.

La nuova specie, che è stata chiamata Kayentapus ambrokholohali, sarebbe stata alta 3 metri quando si alzava sulle zampe posteriori e lunga 9 metri, quasi il doppio della dimensione del teropodo medio. Dalle tracce trovate intorno alle orme, si è potuto concludere che molto probabilmente l'animale si trovava in prossimità di un pozzo d'irrigazione o di un fiume, magari per abbeverarsi o forse perché questi sono luoghi dove spesso si trovano le prede.

Questa scoperta è davvero molto importante, poiché segna la prima occorrenza di dinosauri carnivori nelle terre africane. Inoltre queste tracce sono solitamente molto rare, quindi per i ricercatori che si sono occupati di questa scoperta è stato davvero un colpo notevole.