LHPP, la proteina che “toglie la spina” al tumore al fegato

Nuove importanti scoperte sul cancro al fegato e sull’influenza della proteina chiamata LHPP

WhatsApp Share

Esiste una proteina che si chiama LHPP e sopprime il tumore al fegato. Funziona proprio come un interruttore molecolare e disattiva la crescita delle cellule tumorali nell’organo. A darne la notizia gli scienziati del Salk Institute, i ricercatori dell’Università di Basilea e l’ospedale universitario di Basilea, con un articolo da poco pubblicato su Nature.

Questo soppressore del tumore, che potrebbe essere utile come biomarker nella diagnosi, nella stadiazione e nel monitoraggio, potrebbe rilevarsi fondamentale anche per altri tipi di tumore.

"Offre la possibilità di nuove terapie o di nuove diagnosi per un cancro che è, fondamentalmente, non trattabile e potenzialmente anche altri.” racconta Tony Hunter del Salk Institute.

Nello studio il team internazionale, guidato dal professor Michael Hall del Biozentrum dell'Università di Basilea, ha confrontato le cellule tumorali con quelle normali, analizzando oltre 4.000 proteine nel tessuto epatico sano e in quello malato.

La LHPP era presente nei tessuti sani e completamente assente in quelli tumorali.

Inoltre, il database del Cancer Genome Atlas, una collezione di sequenze di RNA ottenute da diversi tumori, ha dimostrato che un numero significativo di tumori al fegato presenta bassi livelli di LHPP e sia la gravità della malattia che l’aspettativa di vita dipendono da questi.