Cumino nero e asma

Uno studio conferma il potenziale di guarigione del cumino nero per i pazienti asmatici

WhatsApp Share

Un gruppo di ricercatori della Imam Abdulrahman Bin Faisal University, conosciuta come l'University of Dammam, nell'Arabia Saudita, ha dichiarato che il cumino nero, noto anche come Nigella sativa, può aiutare le persone con l'asma.

Nel loro studio, pubblicato sulla rivista Annals of Saudi Medicine, hanno rivelato che l'integrazione con cumino nero, oltre alla normale terapia inalatoria di mantenimento, può migliorare la funzione polmonare e l'infiammazione.

Il team di ricerca aveva l'obiettivo di valutare l'effetto della supplementazione di cumino nero sull'infiammazione delle vie aeree e sulla limitazione del flusso d'aria. Si sa che l'asma è una condizione quasi cronica, causata dall'infiammazione dei polmoni, ed è un importante impegno economico per i sistemi sanitari.

Il team ha reclutato 76 partecipanti con asma per lo studio, quindi li ha suddivisi in tre gruppi: un gruppo di controllo e due gruppi di trattamento.

I partecipanti al gruppo di controllo hanno ricevuto un placebo, mentre i partecipanti ai gruppi di trattamento hanno ricevuto uno o due grammi (g) di cumino nero al giorno.
Il periodo di cura è durato tre mesi. Tutti i partecipanti hanno continuato la loro terapia inalatoria di mantenimento.

I ricercatori hanno quindi valutato i sintomi dell'asma a sei e a dodici settimane.

I risultati dello studio hanno dimostrato che il cumino nero migliora la funzionalità polmonare e riduce l'infiammazione polmonare. Si tratta di un trattamento sicuro, senza effetti collaterali.