Muoiono 4 scimmie: la FDA chiude lo studio

Uno studio sulla dipendenza da nicotina porta al decesso di alcune cavie e alla liberazione delle altre

WhatsApp Share

La morte di quattro scimmie scoiattolo, usate in uno studio sulla dipendenza da nicotina, ha spinto la FDA a chiudere definitivamente la ricerca e a istituire un consiglio per supervisionare tutti gli studi sugli animali sotto il controllo dell'agenzia.

Ventisei scimmie – 20 coinvolte nello studio e 6 che non lo erano – verranno quindi trasferite dal National Center for Toxicological Research dell'Arkansas in un santuario. L'agenzia non ha annunciato dove si trova il santuario, ha solamente riferito che questo processo di spostamento potrebbe richiedere molto tempo.

Lo studio, iniziato nel 2014, ha implicato che venissero somministrate alle scimmie dosi di nicotina sempre maggiori fino a che esse non ne sono state assuefatte; quindi le ha abbassate e ne ha osservato gli effetti. Secondo quanto riportato dalla stampa, nell'estate del 2017, quattro delle scimmie testate sono morte – tre durante un'anestesia per applicare dei cateteri e una per gonfiore gastrico.

I dettagli dell'esperimento sono diventati di pubblico dominio a marzo, dopo che il White Coat Waste Project, un gruppo che si oppone alla sperimentazione sugli animali, ha presentato una richiesta di documentazione riguardo allo studio. La campagna del gruppo contro la ricerca ha guadagnato più vigore a settembre, quando la famosa primatologa Jane Goodall ha scritto una lettera aperta al commissario della FDA Scott Gottlieb , definendo i test «vergognosi».
Solo ora è arrivato lo stop e la promessa della FDA di maggiori controlli. Le scimmie sopravvissute verranno spostate in un santuario e assistite adeguatamente, ha fatto sapere Gottlieb.