Blue Economy: detergersi senza sapone

Imitare la natura per migliorarsi: la blue economy suggerisce come detergersi senza sapone

WhatsApp Share

 

Detergersi senza sapone, come fa la natura. Pensate al fioro di loto, il cui meccanismo di auto pulitura è stato uno dei temi oggetti di studio di Willhelm Barthlott, del  Nees Institute dell’Università di Bonn. Le ricerche hanno mostrato che il fiore di loto ha la capacità di pulirsi da solo. Sì, lo sappiamo che nessun fiore usa detersivi e deodoranti, ma il caso del fiore di loto è diverso: ha una struttura fisica che impedisce alle particelle di sporco di aderire a lungo sul fiore e se dovessero poggiarsi, basterebbe qualche goccia di rugiada per scivolare via. A questo principio di ispirano ben 100 prodotti commercializzati da Sto AG.

 

Anche l’abalone, come ci suggerisce il libro Blue Economy di Gunter Pauli, è capace di autopulirsi: dovete sapere che il mollusco non accumula mai la sporcizia all’interno della sua conchiglia. A questa capacità si ispirano alcune ceramiche per casalinghi, realizzati da Inax in collaborazione con Emile Ishida, professore alla Tohoku University in Giappone.

gc