Sicurezza in auto: le novità presentate al CES 2016

A Las Vegas, al CES 2016,  è in vetrina il futuro: ecco un nuovo sistema di sicurezza  in auto

WhatsApp Share

 

Basta ‘un’occhiata’, per capire lo stato psicofisico della persona. È partendo da questo presupposto che al CES 2016, Harman ha presentato  un sistema di monitoraggio delle condizioni del conducente basato sul rilevamento della dilatazione della pupilla e sul movimento dell'occhio. Più sicurezza in auto e in strada: grazie al sistema sarà possibile controllare costantemente i carichi di lavoro cognitivi e il cosiddetto ‘multitasking mentale’ del guidatore, cioè la sua capacità di compiere più azioni contemporaneamente.

Le informazioni andranno a ‘modificare’ i vari sistemi di sicurezza dell'auto, che adatteranno la propria risposta.

Non solo. L’auto del futuro riuscirà anche ad avvisare il conducente in caso di eccessiva stanchezza, distrazione o stress, consigliando un'eventuale pausa.

 

La rivoluzione del sistema sta nel fatto che esso non faccia ricorso né a sensori sul volante, né nei sedili, né a rilevatori biometrici, ma ad una telecamera installata nell'abitacolo. L'occhio del guidatore viene inquadrato costantemente, un algoritmo analizza i riflessi della pupilla e combina questi dati con quelli sulla sua dilatazione e sul suo movimento.

gc