Natale a risparmio energetico: 5 regole utili

Natale è un periodo rischioso per lo spreco di energia, ma con alcune piccole attenzioni possiamo evitarlo

WhatsApp Share

Dovremmo fare attenzione affinché le feste di Natale non si trasformino nella festa dello spreco. In effetti passiamo molto tempo in casa con le luci accese e addobbiamo alberi e pareti; inoltre è un periodo freddo e la tentazione di alzare il riscaldamento è sempre dietro l'angolo. 

Partiamo dal presepe e dall'albero di Natale: molti hanno luci elettriche con fantasie sempre più complesse. Teniamo a mente che le luci alternate possono farci risparmiare fino al 40% rispetto alle luci fisse. E ricordiamoci di spegnerle durante la notte.

Il riscaldamento è una delle voci più pesanti in bolletta. Basta abbassare la temperatura di tre gradi per avere un risparmio consistente, anche del 10%.

Passiamo alla cucina: nella fretta tenderemo ad usare molto il forno a microonde, ad esempio per scongelare alcuni alimenti. in questo caso un minimo di pianificazione ci aiuterà a risparmiare elettricità. Quando utilizziamo il forno, inoltre, cerchiamo di riempirlo il più possibile.

Pensiamo, infine, alla televisione: spesso rimane accesa sullo sfondo senza un reale motivo, magari mentre mangiamo o chiacchieriamo. A questo punto tanto vale spegnerla; il risparmio magari sarà minimo, ma sprecare energia non è mai una buona cosa.

E una volta finite le feste sarà bene mettere in pratica anche il decalogo per le scuole.