Ecoinvenzioni: la batteria ricaricabile fotovoltaica

La batteria ricaricabile fotovoltaica, realizzata da un team di ricercatori della Ohio State University, è l’interessante soluzione proposta nel campo dell’energy storage ecosostenibile

WhatsApp Share

 

La batteria ricaricabile fotovoltaica è l’interessante soluzione proposta nel campo dell’energy storage ecosostenibile. Si tratta, in pratica, di uno speciale accumulatore costituito da una mini cella solare che diventa parte integrante degli elettrodi di una normale batteria.

La nuova pila ricaricabile ad energia solare, in particolare, è stata realizzata da un team di ricercatori americani della ‘Ohio State University’ sulla base del modello della ‘batteria di flusso': un sistema di stoccaggio ricaricabile, in cui gli elettroliti contenenti una o più sostanze liquide ‘elettroattive’, fluiscono attraverso una cella elettrochimica che converte l'energia chimica direttamente in elettricità.

La nuova batteria ricaricabile fotovoltaica, secondo gli scienziati, avrebbe inoltre delle prestazioni energetiche superiori a quelle di una normale pila al litio. Nei test di laboratorio infatti, i ricercatori hanno confrontato le prestazioni della batteria di flusso solare con quelle di una tipica batteria al litio, caricando e scaricando entrambi i dispositivi per 25 volte (ciclo di ‘carica/scarica’). Si tratta di un semplice esperimento che viene normalmente condotto per monitorare i livelli di tensione di una batteria e valutarne così le sue prestazioni effettive.

La prova, nello specifico, consiste nel caricare e scaricare una pila per un certo numero di volte dal 100% al 20% della sua ‘capacità energetica’, in modo da tenere sotto costante controllo i parametri della tensione di scarica dell’accumulatore. In questo specifico caso, entrambe le batterie mostravano ogni volta una tensione minima di scarica di circa il 3.3 V ed una massima di 3.6 V. La differenza però, è che la batteria di flusso solare può produrre la stessa tensione di scarica anche con meno capacità energetica (circa un 20% in meno rispetto ad una pila al litio), perché la cella fotovoltaica integrata si è dimostrata in grado di colmare la differenza.

I notevoli risultati raggiunti dalla nuova batteria ricaricabile solare sono stati garantiti soprattutto dalla scelta di utilizzare un foglio di titanio solido come struttura dell’unità fotovoltaica del dispositivo e di adoperare lo ioduro di litio in soluzione acquosa come elettrolita all’interno dell’accumulatore di flusso.

La nuova batteria ricaricabile fotovoltaica, attualmente, è soltanto un prototipo sperimentale in fase di testing, in attesa che possa essere lanciato presto sul mercato. Per maggiori informazioni è comunque possibile consultare questo sito.

ml