Ecoinvenzioni: il muro che cattura la pioggia per risparmiare energia in casa

Il muro termico Walls 2.0 e' l'innovativo sistema in grado di immagazzinare al suo interno la pioggia per risparmiare acqua ed energia in casa

WhatsApp Share

 

 

Un muro termico che cattura la pioggia per risparmiare acqua ed energia in casa. Stiamo parlando di 'Walls 2.0', l'innovativo sistema in grado di immagazzinare al suo interno l’acqua piovana, utilizzandola poi sia per uso domestico che per migliorare le prestazioni di riscaldamento passivo e di raffrescamento della casa (meno freddo d’inverno e meno caldo d’estate).

Il nuovo muro 'Walls 2.0', progettato dal designer statunitense Rany Young, riesce in particolare ad aumentare l'isolamento termico tra l'ambiente interno ed esterno della casa grazie ad uno speciale serbatoio preposto alla raccolta di oltre 2 mila litri d’acqua piovana (con una pioggia di circa 2.5 centimetri ed una copertura di circa 100 metri quadrati) che garantisce una massa termica tre volte superiore rispetto ai tradizionali materiali di coibentazione.

L'acqua piovana, nello specifico, viene stipata lungo l'intercapedine tra parete interna ed esterna, dove il serbatoio di raccolta è stato appositamente progettato per resistere maggiormente all'usura rispetto ai classici sistemi di stoccaggio: l'involucro infatti dovrebbe essere costituito da una speciale membrana al calcestruzzo liquido che, durante il processo di polimerizzazione, crea dei 'cristalli' all’interno dei pori del cemento, rendendo così il materiale completamente impermeabile.

Il muro termico 'Walls 2.0' potrebbe quindi, a detta del suo ideatore, contribuire non solo ad un notevole risparmio idrico (l'acqua piovana raccolta si presterebbe a molteplici usi domestico-sanitari), ma anche  aiutare gli stessi utenti ad abbattere i costi energetici per il riscaldamento/raffrescamento della loro casa.

 

Il muro termico 'Walls 2.0', è attualmente in fase di sperimentazione presso l'azienda americana per le tecnologie idriche 'Watershed Management Group', in attesa di ricevere i fondi necessari per la sua realizzazione su larga scala. Maggiori informazioni sono disponibili sulla pagina facebook di Rany Young.

gc