Un edificio a forma di iPad

A Dubai verrà inaugurato quest'anno The Pad, un palazzo che contiene 231 appartamenti completamente automatizzati e supertecnologici

WhatsApp Share

Dopo quasi 12 anni di costruzione, l'edificio chiamato «The Pad» sarà inaugurato a Dubai quest'anno: ognuno dei suoi 231 appartamenti sarà equipaggiato con le ultime tecnologie in fatto di automazione e casa intelligente – l'architetto James Law spera che il condominio convincerà gli altri che la tecnologia è uno strumento di progettazione essenziale, come il cemento, il ferro e il vetro.

Ogni appartamento di The Pad è pieno di schermi, monitor o sensori. Alcuni muri sono collegati a iReality, un sistema di realtà virtuale che proietta 62 diverse destinazioni del mondo nel tuo salotto. Il bagno contiene biosensori che forniscono agli utenti il loro peso, la pressione sanguigna e la temperatura corporea interna. Le luci incorporate nei soffitti cambiano per segnalare le chiamate telefoniche in arrivo. Anche la porta anteriore sostituisce la chiave tradizionale con una card RFID.

Un progetto davvero interessante che lascia solo qualche dubbio in merito alla sua manutenzione e alla possibile obsolescenza delle tecnologie utilizzate. Come sappiamo e vediamo, la tecnologia ha un tempo di vita sempre minore e la continua sostituzione dei dispositivi diventa sempre più veloce – anche a causa della «obsolescenza pianificata».

Gran parte della tecnologia di The Pad è unica nel suo genere ed è improbabile che ci sia uno staff disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, addestrato a risolvere tutto ciò che potrebbe andare storto.

Alcuni dispositivi del palazzo, come l'ingresso RFID, devono funzionare sempre. Questo è l'unico punto che non è stato risolto e spiegato dall'architetto Low. Di certo, tecnologie di questo tipo non possono essere affrontate da «semplici» idraulici ed elettricisti.

Staremo a vedere cosa succederà dopo la sua inaugurazione e l'inizio della vita al suo interno.