Stop al fumo: nuove norme e nuovi pacchetti

L'Italia pronta a recepire la direttiva Ue sul fumo: pacchetti con immagini e frasi sui pericoli

WhatsApp Share

 

Stop al fumo. Lo prova a dire ancora una volta il decreto legislativo del Ministero della Salute con cui si recepisce la direttiva Ue sul tabacco e che prevede l'introduzione su confezioni e imballaggi delle 'avvertenze combinate' sulla salute. In particolare, sui pacchetti di sigaretta saranno presenti frasi e immagini, che si spera, possano far desistere dal vizio e il numero verde contro il fumo dell'Istituto superiore di sanità (Iss).

E non solo: il fumo sarà vietato in auto con bimbi e donne incinte, ma solo da metà Settembre. Il provvedimento, infatti, deve ottenere il via del Consiglio dei Ministri entro metà settembre.

Sempre per recepimento della direttiva Ue, stop alla vendita bionde con aromi. Non saranno immessi sul mercato sigarette e tabacco da arrotolare, contenenti aromi come mentolo, vaniglia, erbe, spezie, che possano modificare odore, gusto o intensità di fumo. Sarà anche vietata la vendita di prodotti del tabacco contenenti additivi che rendano più 'attrattivo' o dannoso il prodotto: che promettano cioè, specifica il decreto, 'benefici per la salute ed effettivi energizzanti'.

 

E ancora: si prevede il divieto di vendita di prodotti del tabacco con additivi che abbiano, tra l'altro, 'proprietà coloranti delle emissioni, che facilitino l'inalazione e l'assorbimento di nicotina o con proprietà cancerogene e tossiche'. 

gc