Cancro, nuova scoperta: attaccando questa proteina si possono bloccare le metastasi

Individuata una proteina che aiuta il tumore a espandersi

WhatsApp Share

C’è una proteina che aiuta il tumore a espandersi: il suo nome è Mical2. È stata scoperta da un gruppo di ricercatori internazionali coordinati dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

C’è da scommettere che i futuri farmaci anti-cancro punteranno a contrastarla per bloccare le metastasi.

‘Caratterizzando meglio il meccanismo di azione della proteina Mical2 e il fatto che venga 'accesa' nelle cellule tumorali, punteremo a progettare farmaci che possano bloccare la diffusione delle cellule tumorali’, spiega all’Ansa la coordinatrice della ricerca, Debora Angeloni.

La scoperta è stata finanziata dall’Istituto Toscano Tumori e segna un passo avanti nella lotta contro il cancro perché questa proteina favorisce la diffusione delle metastasi nei tessuti dei tumori di stomaco e reni. Ma non se ne trova tracci nei tessuti sani. Quindi può essere anche un ottimo campanello d’allarme.

Se si toglie questa proteina le cellule tumorali si indeboliscono e non riescono più a diffondersi. È possibile cancellarla grazie a tecniche di ingegneria genetica.

‘La migliore comprensione dei meccanismi biologici che stanno alla base dello sviluppo delle metastasi consentirà di sviluppare trattamenti sempre più specifici ed efficaci’ spiega Angeloni, dato che le metastasi ‘sono uno dei tratti distintivi della malattia tumorale, sono perlopiù tipiche delle fasi avanzate del tumore e sono responsabili della maggior parte delle morti per cancro. L’ostacolo principale alla loro eliminazione – conclude - è la resistenza ai farmaci chemioterapici o ai trattamenti radioterapici. Spesso, infatti, le cellule metastatiche presentano nuove mutazioni genetiche rispetto al tumore di origine, che ne complicano il trattamento’.

I tumori ai polmoni, se scoperti per tempo, si possono curare, ma per fare questo bisogna conoscere i sintomi