Il sogno dell'eterna giovinezza

Botox, filler e cremine addicts...

WhatsApp Share

In attesa della scoperta di un elisir di eterna giovinezza che funzioni davvero, cresce sempre di più, in Italia, il numero delle ’botox, filler e cremine addicts’. Secondo un sondaggio recente, infatti, sottoporsi a diete estenuanti, ore di palestra e sedute interminabili dall’estetista e dal parrucchiere sarebbe una normale routine per la maggior parte delle intervistate: per l’80 per cento la motivazione principale sarebbe rimanere attraenti.

Gli altri motivi sono diversi, ma tutti strettamente legati al successo che si vorrebbe ottenere in ambito lavorativo, sociale e, per alcune, coniugale. Il fenomeno è più diffuso al Nord, tra le donne con un’istruzione elevata sotto i trentacinque anni: apparire più giovani, atletiche e sensuali sembrerebbe indispensabile per conquistare l’agognata fiducia nelle proprie capacità e, perché no, per fare carriera.

Più bassa risulta la percentuale di chi ammette di aver fatto ricorso ai bisturi (2%), mentre, accanto alle stakanoviste della perfezione, spicca un buon 25% di donne che afferma di non dedicarsi quasi mai agli affannosi riti per cristallizzare la propria immagine riflessa nello specchio. Ci sarà una via di mezzo?