5 modi per avere bambini attivi, felici e in buona salute

I bambini tendono a fare meno attività fisica di quella che si faceva nel passato, ma si possono trovare dei modi per mantenerli attivi

WhatsApp Share

L'attività fisica è una cosa che fa bene all'organismo, non solo a quello degli adulti, anche a quello dei bambini: un bambino che fa esercizio trae vantaggi in molti ambiti, dal rafforzamento delle ossa alla forza muscolare, dalle abilità di concentrazione all'umore. 

È bene quindi non permettere che questi nativi digitali si lascino troppo prendere dalle attività sedentarie, quelle davanti agli schermi che li educano all'isolamento e alla mancanza di movimento. Bisogna incorporare nella loro quotidianità una miscela di attività fisiche che possono includere passeggiate, ciclismo, danza energetica, salti, nuoto, ginnastica, calcio e tutto quello che comporta e diversifica il movimento.

Secondo le indicazioni degli esperti, i bambini dai 5 ai 16 anni devono essere attivi per almeno 60 minuti al giorno, mentre i bambini sotto i 5 anni hanno bisogno di tre ore di attività al giorno. Come si può fare per occupare tutto questo tempo?

Ecco 5 modi per mantenere i bambini attivi:

Camminare per un miglio
Il miglio è un'unità di misura che corrisponde a 1.609,344 metri e il motivo per cui viene preso come obiettivo è che esiste una campagna – chiamata Daily Mile – di cui fanno parte molte scuole in tutto il mondo (anche in Italia) e che mira proprio a migliorare la salute fisica, emotiva e sociale dei bambini. Va bene se lo si fa camminando, saltando o correndo, l'importante è che lo si faccia!

Giochi con l'acqua
Piscina, tubo in giardino o fontana nel parco, non importa come: l'importante è mettere i bambini a contatto con l'acqua, questo li porterà ad essere felici nel gioco e a muoversi molto.

Una caccia al tesoro
L'offerta di un bottino, di un premio finale, qualsiasi sia il gioco è uno stimolo incredibile per i bambini, che sono pronti a qualsiasi tipo di sfida pur di concludere il percorso presente sulla mappa. Inoltre questo gioco va bene sia se fatto in maniera individuale che in gruppo e oltre a stimolare il fisico stimola anche la mente.

Ballare
Basta un po' di musica e via: ballare è un bel modo per trascorrere con i bambini un pomeriggio di pioggia. Si può fare una gara per chi inventa la mossa più sconvolgente, provare la breakdance o l'hula hoop. L'unica cosa che serve è scegliere una bella colonna sonora.

Una gara
Se il bambino ha un po' di spirito competitivo, si può provare a usare un cronometro e a fargli correre una distanza conosciuta – magari un giro nel parco. A partire dal primo tempo, si potrà provare a fare meglio, giorno per giorno, mostrando al bambino quanti risultati si possono ottenere con la pratica regolare di uno sport – e intanto farglielo fare quello sport!