Venezia: pesci robot controlleranno la laguna

La tecnologia permetterà di osservare da vicino gli ambienti marini e velocizzare le comunicazioni

WhatsApp Share

Anche Venezia utilizza i droni, ma si trovano sott’acqua e questi robot potrebbero essere scambiati per pesci. L’obiettivo dello sciame, ribattezzato ‘Venus Swarm’, è proteggere il capoluogo veneto dall’acqua alta, preservare il patrimonio storico-artistico e controllare i fondali della Laguna.

I droni viaggiano in banchi: sono uno sciame di dispositivi cooperanti e coordinati che ricordano nelle movenze alcuni pesci. Sorvegliano strutture in mare, ad esempio il Mose, ma possono anche controllare l’inquinamento o ricercare reperti archeologici ed essere utilizzati in caso di incidenti.

La tecnologia è stata messa a punto dall’Enea e dall’Università di Roma Tor Vergata.