Un granchio dentro a un corallo

Una nuova specie di granchi eremiti appena scoperta usa il corallo vivo come «casa»

WhatsApp Share

01 Gennaio 2018

Per la prima volta è stato documentato il caso di una nuova specie di granchio eremita che ha trovato la sua casa definitiva. Fuori dalla costa del Giappone, infatti, una nuova specie di questo granchio si è associata a un corallo vivo: il corallo cresce insieme al granchio con il passare del tempo, quindi per l'animale non è più necessario continuare a cercare man mano gusci più grandi in cui vivere. A differenza delle altre, questa nuova specie ha un corpo perfettamente simmetrico per adattarsi al corallo che cresce con lui.

La Diogenes heteropsammicola è la prima specie di granchio eremita che vive in un «corallo che cammina», una varietà di corallo che cresce in piccole masse sul fondo del mare.
Questa relazione è stata già testimoniata in precedenza, ma di solito tra il «verme arachide» (o più formalmente Sipuncula) e il corallo vivo. Poiché il corallo protegge il verme e il verme porta il corallo in giro per le profondità marine, è considerato un rapporto reciprocamente vantaggioso – le specie sono in sincronia tra loro, dal momento che la loro relazione si è evoluta per migliaia di anni.

Quello che rende la scoperta del rapporto tra il granchio eremita e il corallo ancora più sorprendente e inusuale è che non si era mai vista una specie che si diversifica per includere altri organismi, come il corallo ha fatto con il granchio eremita – l'unione iniziale richiede spesso una straordinaria specializzazione. Tuttavia, il corallo ha accettato il granchio, probabilmente perché il crostaceo porta il corallo in fondo al mare e gli impedisce di essere coperto di sedimenti. A sua volta, il corallo protegge la piccola creatura.
Questo è sicuramente un passo in avanti per i granchi eremiti che solitamente adottano le bottiglie e gli scarti umani come loro nuove case.