Case di merletti per continuare a sperare

L'artista svedese Olek trasforma le facciate di due case con «bombe» di lavorazioni all'uncinetto rosa, grazie all'aiuto di molte donne rifugiate

WhatsApp Share

Una casa in Svezia e una sua controparte in Finlandia che, una volta, erano entità separate e diverse, sono ormai indissolubilmente legate grazie alle macchinazioni creative di un «bombardatrice di merletti» di nome Olek

Con l'aiuto di una squadra di donne siriane e ucraine, la maggior parte delle quali rifugiate, l'artista polacca è riuscita a rivestire le facciate di entrambi gli edifici – dalla punta delle ciminiere fino alla base delle loro fondamenta – con del vibrante lavoro all'uncinetto rosa.

Seguito con l'hashtag #OurPinkHouse (parte uno e parte due), il progetto si è proposto di essere il simbolo di un futuro luminoso e pieno di speranza, in cui tutti dovrebbero avere una casa – durante il mese di agosto tutte le riflessioni e le convinzioni dell'artista sono state espresse sulla sua pagina Facebook.

Olek, il cui vero nome è Agata Oleksiak, non aveva l'obiettivo di fare una dichiarazione politica, non per questo progetto, ma durante la sua lavorazione è stata ad ascoltare tutte le storie delle donne che l'hanno aiutata nella realizzazione dei merletti e ha deciso che quella sarebbe stata la materia sulla quale si sarebbe fatta sentire.

Ascoltare i viaggi, le violenze, gli orrori di tutte le esperienze che quelle donne siriane e ucraine avevano vissuto nei loro Paesi d'origine le ha fatto capire che doveva illustrare l'attuale e pessima situazione presente in tutto il mondo, dove centinaia di migliaia di persone sono sfollate.

Entrambe le #OurPinkHouse mostrano che cosa può fare una comunità quando lavora allo stesso obiettivo e come si può perseguire la promessa di un lieto fine, mettendo da parte tutte le differenze che possono esserci – Paese, ceto sociale, ecc.

Olek ha raccontato che nel suo cuore ci sono le donne, che dimostrano come sempre di saper ricreare se stesse, non importa quanto in basso la vita le ha potute portare, esse tornano sui loro passi e ricominciano, trasformando i pensieri in realtà – di uncinetto rosa, se serve.