Gli errori da non commettere quando cerchiamo lavoro

Cinque cose da non fare se vogliamo essere assunti

WhatsApp Share

Cercare un lavoro è di per sé un lavoro, e pur molto impegnativo, specie in un periodo non esattamente florido dal punto di vista economico.

E chi si ritrova disoccupato vive questa fase delicata con ancora più ansia, specie se ha sulle spalle una famiglia.

Per questo è bene saper indirizzare i propri sforzi senza disperdere energie, andando dritti al risultato. Alcuni errori, quando siamo alla ricerca di un lavoro, possono risultarci fatali: lo spiega all’Adnkronos Francesca Contardi, docente in Gestione delle carriere all’Università Liuc di Castellanza

“In un mondo sempre più connesso - ha spiegato Francesca Contardi - è importante coltivare la propria presenza online e avere dei canali attraverso i quali poter comunicare in modo diretto e friendly con le persone. Mentre i social privilegiano l’immediatezza dell’interazione, la piattaforma blog permette ai lettori di usufruire dei contenuti nel momento per loro migliore e quando è più utile”

E, per non bruciarsi le opportunità più preziose, suggerisce di fare attenzione a cinque errori che si commettono spesso quando si è alla ricerca di una nuova occupazione:

1. Utilizzare una terminologia vaga e inappropriata: evitare frasi fatte, formule vuote e abusate come “capacità di lavorare in team”, oppure “persona motivata”. Il nostro CV rischia di essere identico a milioni di altri…

2. Rispondere ad annunci non in linea con il nostro profilo: è una perdita di tempo; molto meglio focalzzarsi su un settore e curare anche una rete di relazioni che ci possa aiutare

3. Fare la “vittima” durante il colloquio: cercare di impietosire non è una carta che funziona quando si tratta di ottenere un lavoro. Guai a chi si piange addosso.

4. Richieste economiche poco in linea con il profilo: dobbiamo conoscere il mercato entro il quale ci muoviamo, anche in termini di salario variabile, benefit e agevolazioni.

5. Non negoziare il compenso: meglio declinare situazioni inaccettabili o contrattare se ci sono i margini. Ricordiamo che una volta firmato il contratto diventa difficile riaprire la questione…

Ecco qual è la professione più ricercata dalle aziende in questo momento.