Il Porridge, la zuppa d’avena light per un buongiorno carico di energia

La colazione più apprezzate da atleti, bodybuilder e fit addicted. È ricca di fibre e a basso contenuto calorico

WhatsApp Share

Piatto tipico della tradizione inglese, inizialmente pietanza per i poveri, poi divenuto una vera e propria coccola per gli anglosassoni, il porridge, insieme al pancake (qui la ricetta per preparare un ottimo pancake con due soli ingredienti), rappresenta una delle colazioni più apprezzate da atleti, bodybuilder e fit addicted, proprio perché ricco di fibre e a basso contenuto calorico.

Basta cercare su Instagram “#porridge” per trovare tantissime immagini e tantissimi profili dedicati a questa golosa “zuppa d’avena” in versione light e proteica: una crema golosa ad alto potere saziante, perfetta per dare la giusta carica alle vostre giornate e ai vostri allenamenti, sia d’inverno sia d’estate, nella sua versione più fresca.

Ingrediente centrale di questa prelibatezza, è l’avena, una fonte di carboidrati a lenta digestione, ricca di fibre e per questo in grado di fornire energia a lungo termine senza causare picchi insulinici. Tra tutti i cereali, detiene il primato di alimento più ricco in proteine (12,6-14,9%) e di sostanze grasse, tra cui l'acido linoleico. Ha inoltre un ottimo contenuto di fibre solubili, che la rendono un alimento ideale per placare l'appetito, regolarizzare la funzione intestinale (viste le sue proprietà diuretiche e lassative), normalizzare il peso corporeo e favorire l'abbassamento dei livelli di colesterolo.

In commercio, ne esistono di vari tipi, tutti adatti alla realizzazione del porridge: avena in fiocchi (o rolled oats), che cuoce in circa 15 minuti, e adattabile ad altre preparazioni sia dolci sia salate; avena in fiocchi di tipo baby, più sottile della precedente, veloce da cuocere, e ottima anche “cruda”, magari aggiunta allo yogurt o ad uno shake; farina d’avena, ottenuta da fiocchi d’avena trattati al vapore e leggermente tostati.

Vista la loro facile reperibilità e la loro velocità di cottura, saranno i fiocchi d’avena baby i protagonisti di questa ricetta.

Per fare il porridge avrete bisogno di 80 gr di fiocchi d’avena e circa 250 ml di acqua o latte, vaccino o vegetale (soia, cocco, kamut, riso, avena, mandorla, ecc.).
Per realizzarlo nella sua versione proteica, basterà aggiungere alla lista degli ingredienti un misurino di proteine in polvere, di qualsiasi tipo e a qualsiasi gusto.

Mettete la parte liquida in un pentolino e fatela bollire. Dopo di che, versate i vostri fiocchi d’avena baby, mescolando con l’aiuto di un cucchiaio di legno per circa 4-5 minuti, il tempo che i fiocchi si gonfino, creando così una vera e propria crema. Per chi utilizzerà le proteine in polvere, basta aggiungere il misurino a fine cottura, mescolando bene affinché non si creino grumi. Servite con del miele, della frutta fresca, una spolverata di cannella, mandorle, pistacchi o nocciole, yogurt greco o un quadratino di fondente extra: liberate la vostra fantasia!

Ancora più semplice è il porridge nella sua versione overnight, ovvero la versione senza cottura, freschissima e adatta per la colazione estiva: basta prendere un barattolo dotato di coperchio, inserire al suo interno i fiocchi d’avena e l’acqua o il latte, magari aggiungere proteine, semi di chia o frutta secca e dare una mescolata. Richiudete il barattolo e mettetelo in frigo per almeno due ore, ma meglio se per tutta la notte. Allo stesso modo, prima di mangiarlo, servitelo con ciò che più preferite. Buon appetito!

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy