Frutta e verdura italiana? È sicura

Tranquilli: i prodotti agricoli italiani sono sicuri per la salute. Fate attenzione a colture fuori stagione o di importazione

WhatsApp Share



Buone notizie per l'agricoltura italiana. Frutta e verdura del Bel Paese sono tra i più sicuri per la salute dell’uomo e non presentano soglie significative di contaminazione da pesticida. E’ quanto emerge dall’incontro intitolato “La previsione delle contaminazioni ambientali e gli effetti sulla salute dell’uomo” tenutosi ieri a Expo. I campioni illegali - quelli che presentano elevate dosi di pesticidi e contaminanti ambientali - rilevate dalle strutture locali di monitoraggio sono inferiori al 2% e riguardano solo i prodotti fuori stagione, quelli importati e quelli contaminati accidentalmente.

L’incontro ha visto intervenire il professore Ettore Capri, docente di chimica vegetale e ambientale presso la sede piacentina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore - uno dei principali centri di studio in Italia sul tema - e la dottoressa Graciela Alba Brancato, responsabile del Dipartimento Pesticidi dell’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare). I due studiosi hanno presentato al pubblico le modalità con cui l’EFSA svolge la sua opera di monitoraggio e salvaguardia della sicurezza alimentare e della salute dell’uomo. Particolare attenzione è stata rivolta a quei pesticidi che possono arrivare sulle nostre tavole e nei nostri piatti (from field to fork - dal campo alla forchetta). L’incontro è stato moderato dalla dottoressa Miriam Bisagni dell’associazione Piace Cibo Sano.

L’impiego di questo tipo di pesticidi viene oggi attentamente regolato e monitorato dall’Unione Europea e dall’Italia, paese che vanta una delle più rigide e avanzate normative sul tema. E’ stata poi ribadita l’importanza di una corretta e approfondita informazione del consumatore che deve essere sensibilizzato e reso consapevole dei possibili effetti che pesticidi e contaminanti ambientali possono avere sulla salute.

“E’ importante rassicurare il consumatore sul tema dei pesticidi - spiega il professor Ettore Capri - i prodotti agricoli italiani sono assolutamente sicuri per la salute e non presentano rischi. Dei campioni sottoposti a monitoraggio appena il 2% risulta contaminato e non riguarda mai i prodotti locali e di stagione.  L’Italia vanta inoltre uno dei sistemi di regolamentazione più efficaci e rigorosi al mondo per quanto riguarda i pesticidi”.

 

CaffExpò, il ciclo di incontri ispirato ai caffè letterari d’altri tempi, tornerà il 18 luglio con il terzo appuntamento, intitolato “Italian street food: i rischi e i benefici alimentari”, nel quale gli esperti presenti analizzeranno vizi e virtù di una moda alimentare sempre più diffusa.